Prima Pagina | Salute e sanità | Certificati di esenzione dai ticket, aumentano le modalità di richiesta

Certificati di esenzione dai ticket, aumentano le modalità di richiesta

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Certificati di esenzione dai ticket, aumentano le modalità di richiesta

Sono 12.000 (su 70.000 aventi diritto) coloro che si sono messi già in regola. Nei Cup periferici si può compilare la richiesta e consegnarla: il documento sarà poi spedito a casa. Il contributo dei patronati. Aumenta l’attività del Cuptel. Studiata una soluzione per quanti dopo il primo dicembre non avranno ancora il certificato

 

 

AREZZO – Per ora sono solo 12.000. Sono gli aretini che hanno diritto ala esenzione dai ticket per età e reddito e che hanno gia provveduto a richiedere e ritirare l’apposito certificato. Un documento essenziale dal prossimo primo dicembre. Da quella data, chi ha diritto alla esenzione, non potrà come in passato fare l’autocertificazione, ma dovrà presentare l’attestato. E allora i quasi settantamila aretini che hanno le condizioni per la esenzione dal ticket sanitario, devono procurarsi questo documento.

In questi giorni, con l’avvicinarsi della scadenza, aumentano le persone che si recano nelle sedi predisposte dalla Asl (vedi elenco in basso), le uniche preso le quali oltre a consegnare la domanda si può ottenere direttamente anche il certificato. Ma aumentano anche le code. I collegamenti con le banche dati dell’ufficio delle entrate soffrono nei tempi del grande traffico che la nuova normativa ha provocato. Quindi capita (e le cronache che lo raccontano) anche di attese che si prolungano in modo consistente.

Sono quasi 58.000 i cittadini che ancora devono procurarsi questo certificato. Così l’Azienda incrementa ancora le modalità a loro disposizione, rassicurando comunque tutti che non si tratta di una corsa contro il tempo e nemmeno di una scadenza oltre la quale non si possa successivamente ottenere il certificato. A questo proposito, proprio per far vivere questa iniziativa con la massima serenità, senza che ci sia l’obbligo di fare lunghe code agli sportelli, la Asl ricorda che il certificato è necessario possederlo quando si richiedono prestazioni. Qualora dopo il primo dicembre, il cittadino che ha diritto alla esenzione fosse ancora senza certificato, potrà ugualmente prenotare. A quel punto sarà messo fra i cittadini paganti, ma immediatamente potrà presentare la richiesta dell’attestato e appesa questo sarà stato concesso, automaticamente tornerà per lui l’esonero.

Ma intanto si punta ad aumentare comunque il servizio ai cittadini per procurarsi l’attestato.

In tutti i Cup aziendali decentrati, anche dove non c’è lo sportello per il rilascio del certificato, si potranno ritirare i moduli per la richiesta. Una volta compilati si potranno consegnare al personale del cup. L’azienda provvederà entro pochi giorni a spedire a casa il certificato di esenzione. 

Poi ci sono i settanta sportelli dei patronati, con i quali l’Azienda ha firmato un accordo. Qui si potranno avere tutte le informazioni necessarie ed essere assistiti nella compilazione del modulo, che poi andrà consegnato agli sportelli dedicati della Asl. 

Prevedendo che agli sportelli cup si possano creare comunque dei momenti di sovraffollamento, l’Azienda ha incrementato momentaneamente le postazioni  del Cup-tel per le prenotazioni telefoniche (800 575800, da lunedì a venerdì dalle 7,45 alle 17,30)

------------------------ 

Elenco degli sportelli dedicati al rilascio dei certificati di esenzione, attivati in ogni zona sanitaria:

AREZZO: Distretto Via Guadagnali, dal lunedì al venerdì 8,00 – 12,30 - il martedì e giovedì  anche 15,00 – 17,30

Ospedale San Donato dal lunedì al sabato  08,30 / 13,00 e dal lunedì al venerdì anche dalle 15,00 /17,30

VALDARNO: Ospedale S. Maria alla Gruccia, dal lunedì al venerdì 9,00-12,30 – il martedì e giovedì anche 15,00-17,00; 

Centro Socio Sanitario di Montevarchi- via Podgora, dal lunedì al venerdì 14,30-17,30; 

Centro Socio Sanitario di San Giovanni V.no- via III Novembre, dal lunedì al venerdì 14,30-17,30  

Centro Tecnico Amministrativo c/o Ospedale Santa Maria alla Gruccia (solo per disoccupati) Mercoledì  e giovedì 9-12,30 – 15,00 – 17,00 .

VALDICHIANA: Cup - Ospedale La Fratta, dal lunedì al venerdì 8,00-12.30 – il mercoledì anche 15.00 – 17,30;

Distretto Sanitario  di Camucia, al lunedì al sabato 8.00-12.30 – il lunedì, martedì e giovedì anche 15.00-17,30;

Centro Socio Sanitario alla Casa della Salute -Castiglion Fiorentino. dal lunedì al sabato 8,00-12,30 – il lunedì e venerdì anche 15.00-17,30

Centro Socio Sanitario di Foiano della Chiana. dal lunedì al sabato  8,00- 12,30 – il mercoledì anche 15.00-17,30 

VALTIBERINA: Ospedale Valtiberina, dal lunedì al sabato 8,00-12,30  - dal lunedì al venerdì 15,00-17,30;

Distretto Sanitario Via Santi di Tito Sansepolcro, mercoledì, venerdì e sabato  8.00-12.30;

CASENTINO: Ospedale  Bibbiena – via Turati 40, dal lunedì al venerdì 8,00-12,30. Martedì e venerdì anche 15,00-17,30;

Distretto sanitario Loc. Colombaia, via G. Di Vittorio 22 Bibbiena Stazione, dal lunedì al venerdì 8,00-12,30. Giovedì anche 15,00-17,30;

Tutte le informazioni si possono ottenere consultando il sito internet  www.usl8.toscana.it, oppure telefonando al Punto Informazioni aziendale 0575/254000 (dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 13,30 e dalle 15,00 alle 18,00).

--------------

Chi ha diritto all’esenzione

I soggetti che ne hanno diritto sono i cittadini di età inferiore ai 6 anni e di età superiore ai 65 anni, purché appartenenti ad un nucleo familiare fiscale con reddito complessivo non superiore a 36.151,98 euro annui. Inoltre i titolari di pensione sociale o percettori di assegno sociale di età superiore ai 65 anni e familiari a carico, e  titolari di pensione minima, di età superiore ai 60 anni, e familiari a carico, purché il reddito complessivo del relativo nucleo familiare fiscale, riferito all’anno precedente, sia inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge e di ulteriori 516,46 euro per ciascun figlio a carico.

A chi rivolgersi

Fermo restando il riferimento dei Patronati e dei Cup per il ritiro del modulo di richiesta, per ottenere il rilascio del nuovo certificato di esenzione (o per la sua spedizione a domicilio) è necessario rivolgersi agli sportelli dedicati, muniti della tessera sanitaria elettronica e di un documento di riconoscimento valido.

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0