Prima Pagina | Politica società diritti | Arezzo dopo le Circoscrizioni

Arezzo dopo le Circoscrizioni

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Arezzo dopo le Circoscrizioni

Il futuro del decentramento e il bilancio partecipativo del Comune di Arezzo

 

Le Circoscrizioni sono state cancellate ma il Comune di Arezzo intende continuare l’esperienza di partecipazione dei cittadini alle scelte. E’ infatti disponibile un questionario che permette ai cittadini di esprimersi sulla scelta dei confini territoriali.

“Stiamo lavorando quindi per un nuovo decentramento che, pur con criteri e forme diverse, mantenga un forte collegamento fra cittadini e amministrazione comunale – sostiene l’assessore Lisa Sacchini. Il Consiglio comunale ha già approvato i criteri generali che individuano una diversa suddivisione del territorio e nuovi organi con nuove competenze. E’ iniziato anche il lavoro per redigere una bozza del nuovo regolamento con il contributo dei cittadini”.

Due le forme: un bando per affidare l’organizzazione e la gestione del processo partecipativo attraverso il finanziamento regionale di 42.500 euro ad una società specializzata ed un questionario rivolto a cittadini, residenti e frequentatori, che nel territorio vivono o svolgono una qualunque attività, per esprimersi sulla nuova articolazione territoriale e sui futuri strumenti del decentramento partecipativo. Si può scaricare il questionario e richiedere l’invio della newsletter attraverso il sito web www.comune.arezzo.it., oppure contattando l’ufficio Partecipazione e Decentramento (0575 377689 - [email protected]).

Nel frattempo continua anche il terzo ciclo del bilancio partecipativo comunale “Io Conto”, che negli ultimi anni ha reso cittadini e i residenti diretti protagonisti nelle scelte di investimento su una parte del bilancio comunale.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0