Prima Pagina | Politica società diritti | Anche ad Arezzo la raccolta firme per le primarie nel PDL

Anche ad Arezzo la raccolta firme per le primarie nel PDL

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Anche ad Arezzo la raccolta firme per le primarie nel PDL

NASCONO IN TOSCANA I COMITATI PER LE PRIMARIE NEL CENTRODESTRA. BURACCHI E TORSELLI (PDL): "FAR CAPIRE ALLA GENTE CHE ESISTE ANCORA UNA POLITICA FATTA DI PASSIONE E DI SPIRITO DI SERVIZIO E RESTITUIRE AGLI ELETTORI IL DIRITTO DI SCEGLIERE DA CHI ESSERE RAPPRESENTATO. LA POLITICA DEI NOMINATI HA FALLITO. LA RACCOLTA INIZIERA' DOMANI GIA' IN QUATTRO PROVINCE COL SUPPORTO DELLA BASE GIOVANILE, DI NUMEROSE ASSOCIAZIONI E PERSONAGGI DI SPICCO DELLA SOCIETA’ CIVILE.


"Scatterà già da domani nelle prime quattro province della Toscana (Arezzo, Firenze, Siena e Grosseto) una campagna di raccolta firme per chiedere ai vertici del PdL la convocazione di un turno di Elezioni Primarie per la scelta dei candidati alla Camera dei Deputati ed al Senato in vista delle prossime elezioni politiche che, alla luce degli ultimi eventi che hanno interessato la maggioranza di governo, ci auspichiamo arrivino prima possibile, evitando il ricorso a governi tecnici ed a soluzioni comunque contrarie alla volontà popolare che emerse, chiaramente, l’otto di maggio del 2008". Questo quanto fanno sapere il responsabile dell'associazione culturale ArezzoZERO, espressione della destra militante ed identitaria vicina alla Giovane Italia ed al PdL, Carlotta Andrea Buracchi e il Dirigente Nazionale della Giovane Italia, consigliere comunale PdL a Firenze, Francesco Torselli.
"Le elezioni primarie - spiega Buracchi - non rappresentano più un tabù per il PdL, richieste a più riprese, da tempo, dal Ministro Giorgia Meloni, sono state indicate chiaramente come uno strumento valido per la selezione di una nuova classe dirigente nazionale dal Segretario Politico Nazionale, Angelino Alfano, il giorno stesso della sua elezione".
"Oggi più che mai - prosegue Buracchi - serve una risposta concreta all’antipolitica ed alla disaffezione che la gente sta mostrando nei confronti dei governanti. Siamo certi che la politica fatta con passione, con amore, intesa come ‘servizio alla comunità’ rappresenti ancora la migliore risposta al deficit di sovranità e di partecipazione popolare che sta paralizzando il nostro paese. Scegliere direttamente i propri candidati, tra coloro che si sono fatti conoscere e stimare in seguito alla propria azione sul territorio, rappresenterebbe una concreta risposta alla crisi, nonchè il modo migliore per selezionare una nuova classe politica finalmente svincolata dalle ingerenze dei poteri forti, della speculazione bancaria e dell’usurocrazia".
"Il centrodestra italiano - aggiungono Buracchi e Torselli - si trova oggi ad un bivio, come del resto tutta la politica italiana. O si restituisce agli elettori la possibilità di scegliere i propri candidati, sentendosi partecipi di una nuova fase politica nazionale, oppure dovremo rassegnarci ad un crescente disinteresse ed al trionfo dell’antipolitica. Ezra Pound, famoso poeta ed economista del secolo scorso, diceva ‘i politici altro non sono che i camerieri dei banchieri’ , oggi abbiamo l’occasione di restituire loro la possibilità di tornare a servire il popolo; un partito che si chiama, non a caso, ‘Popolo della Libertà’ non può ignorare questo richiamo".
"Le prime province che inizieranno la raccolta firme - spiega ancora la responsabile di ArezzoZERO - sono Firenze, Siena, Arezzo e Grosseto, alle quali contiamo di aggiungere presto anche le altre, certi di raccogliere un vastissimo consenso tra i nostri elettori ed i nostri simpatizzanti. All’iniziativa hanno aderito numerosi eletti negli enti locali di tutta la Toscana, la Giovane Italia, il Movimento Studentesco Nazionale e svariate associazioni radicate sul territorio come appunto, ArezzoZERO, associazione culturale appartenente alla rete di Casaggì e vicina al Popolo della Libertà".
"La raccolta firme - fa sapere ancora Buracchi - si svolgerà secondo differenti modalità: in tutta la Toscana saranno allestiti gazebi, mentre sarà possibile firmare anche nelle scuole e nelle facoltà universitarie dove sono presenti i militanti di Giovane Italia, Movimento Studentesco Nazionale e ArezzoZERO, oltre a poter firmare, tutti i giorni, presso la sede centrale del comitato che si trova in Via Frusa 37 a Firenze. Il calendario dei punti di raccolta firme sarà presto reso noto anche sul sito dell'associazione aretina, www.arezzozero.blogspot.com".
"Ripartiamo dalle parole del Ministro Meloni e del Segretario Nazionale Alfano - concludono Buracchi e Torselli - che da tempo stanno parlando di elezioni primarie per aprire la ‘fase due’ della vita politica del nostro partito, assieme alla celebrazione dei congressi in programma nei prossimi mesi. Siamo certi che l’imminente fase congressuale, assieme a questa grande iniziativa movimentista, restituiranno agli iscritti ed ai simpatizzanti del centrodestra, l’entusiasmo del 2008, quando oltre un milione di tricolori sventolavano per le strade di Roma sognando una nuova primavera per il nostro paese. Entusiasmo che la politica dei nominati ha in parte sopito e che oggi è nostro dovere risvegliare e catalizzare in maniera positiva. Durante la fase del tesseramento, appena conclusasi, in molti chi chiedevano idee, valori, cambiamento, rinnovamento e partecipazione: saranno queste le nostre parole d'ordine anche in vista dei prossimi congressi".

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0