Prima Pagina | Economia e lavoro | A PIERO IACOMONI IL PREMIO MICHELANGELO

A PIERO IACOMONI IL PREMIO MICHELANGELO

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
A PIERO IACOMONI IL PREMIO MICHELANGELO

Su iniziativa di 50&Più, l’associazione regionale degli “over 50” della Confcommercio. Il presidente di Monnalisa Spa, azienda leader mondiale nell’abbigliamento per bambini, ha ricevuto il prestigioso riconoscimento domenica scorsa nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze. Premiati insieme a lui altri otto imprenditori toscani, uno per ogni provincia


L'imprenditore aretino Piero Iacomoni, presidente di Monnalisa Spa, azienda leader nell’abbigliamento per bambini, è stato insignito a Firenze del Premio Michelangelo, il riconoscimento che 50&Più Toscana, la federazione regionale degli “over 50” di Confcommercio, riserva agli operatori che si sono particolarmente distinti nella loro attività.

Iacomoni, nato a Monte San Savino nel 1944, ha ricevuto il premio insieme ad altri otto imprenditori provenienti da tutta la Toscana durante la cerimonia che si è svolta sabato scorso (5 novembre) a Firenze nel prestigioso Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio.

Piero Iacomoni è uno degli imprenditori che più hanno contribuito ad esportare l’immagine di Arezzo nel mondo” sottolinea il presidente della 50&Più aretina Giuseppe Cuseri “la sua azienda è oggi un marchio noto e apprezzato a livello internazionale, tra Europa, Asia, Stati Uniti e Canada. Il Premio Michelangelo è il segno della grande stima che nutriamo nei suoi confronti”.

Socio fondatore e presidente del Consorzio Bimbo Italia e del Consorzio Italy Glam Export, nato per promuovere “l’Italian Lifestyle” nel mondo, Iacomoni ha iniziato presto a lavorare nelle confezioni, subito dopo il diploma da perito industriale: prima come tecnico responsabile di tempi e metodi, poi, dal 1968, come titolare di Monnalisa. Con la moglie Barbara Bertocci, sposata nel 1972, ha costruito un sodalizio vincente anche nel lavoro: entrata in azienda come stilista nel 1979, Barbara è attualmente presidente della Fondazione Monnalisa, nata nel 2006 con l’obiettivo di promuovere la crescita della comunità locale ed il benessere delle persone.

Ed è proprio l’attenzione ai temi sociali, oltre a quella per la qualità dei prodotti, che ha sempre contraddistinto l’attività imprenditoriale di Iacomoni, che annovera tra i suoi riconoscimenti la vittoria dell’Oscar di Bilancio nel 2006 e, nel 2008, il Goodwin Award, assegnato ad operatori, imprese ed organizzazioni non profit che mostrano particolare sensibilità per la diffusione del benessere sociale attraverso azioni ed iniziative concrete.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0