Prima Pagina | Politica società diritti | Regolamento Urbanistico di Arezzo: tutto da rifare

Regolamento Urbanistico di Arezzo: tutto da rifare

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Regolamento Urbanistico di Arezzo: tutto da rifare

 

 

Nell’agosto scorso la Regione Toscana ha emanato una modifica delle propria legge urbanistica (1/2005) che limita gli ampliamenti funzionali al 20% per gli edifici fuori città, annullando una delle poche cose che funzionava del Regolamento Urbanistico di Arezzo, anche se approvato definitivamente da pochissimo tempo.

Il risultato è catastrofico per tutti.

Con questa norma la Regione, nei confronti dei cittadini,  si comporta come un Robin Hood alla rovescia: chi ha una piccola casa in campagna può aggiungere soltanto un bagno e poco più, anche se invece avrebbe bisogno di qualche stanza. I piccoli edifici in zona agricola, che avrebbero bisogno anche di una riqualificazione architettonica, poiché in genere sono fatti con materiali estranei alla tradizione rurale, rimangono brutti.

I bei casali storici e grandi, che non hanno bisogno di riqualificazione architettonica  e nemmeno di essere ingranditi, possono usufruire di ampliamenti di 4 o 5 stanze.

I professionisti, le imprese e tutti i settori economici collegati vedono svanire una delle poche fonti di lavoro in questo periodo di grave crisi.

Il comune di Arezzo  vede cancellata una delle poche cose che funzionavano del Regolamento Urbanistico entrato in vigore da due mesi, dopo 11 anni di iter e di ingenti risorse economiche spese.

Inarsind si è chiesto il perchè l’amministrazione comunale non sia intervenuta con decisione e forza durante la fase di elaborazione di questa sciagurata modifica di legge, come se l’argomento non fosse di primaria importanza per tutti.

Durante l’incontro che si è svolto nei giorni scorsi col Vicesindaco,  è stato chiesto di promuovere velocemente un confronto coi Consiglieri Regionali aretini che hanno votato questa legge, per capire come risolvere l’intollerabile situazione.

Alessandro Cinelli Architetto
Presidente
INARSIND AREZZO
Sindacato Proviniciale
Ingegneri a Architetti
Liberi Professionisti

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0