Prima Pagina | L'opinione | E qualche volta ricordati di guardare anche la Luna…

E qualche volta ricordati di guardare anche la Luna…

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
E qualche volta ricordati di guardare anche la Luna…

 

 

Caro lettore, "Il mondo è proprio strano", cantava Apicella.

Un giorno se avrò tempo, collezionerò i commenti più divertenti apparsi in questo sito, in un grande collage. Perché capita, è qui sta il mondo strano, anzi il mondo vario come diceva la buonanima di mio nonno, che sotto lo stesso articolo si possano incontrare quelli che commentando ci accusano di parteggiare per la destra, ed altri che dal loro rispettabilissimo punto di vista, ci accusano parimenti di tener bordone alla sinistra. Ammesso che questi termini abbiano ancora un valore, cosa in cui credo poco, diciamo che da tutti siamo accusati di parteggiare o per l’uno o per l’altro contendente in lizza. E’ il vezzo (spero tanto che non sia solo italiano) di ostinarsi a guardare il dito e mai la luna. Forse perchè è più facile morsicare un dito che alzare lo sguardo al cielo. Più semplice difendere un opinione denigrando chi la sostiene, invece che entrare nel merito di ciò che dice. Mai come oggi la parola "delegittimazione" è diventata di gran moda. Grazie a questa parola non si fa così neppure la fatica di ascoltare. Si delegittima chi parla, e si fa carta straccia delle sue opinioni. Come contraltare si ascolta in religioso silenzio il guru di turno, che ci imbambola di parole vuote, ma che ci fa tanto piacere ascoltare. Rinforzandoci nelle nostre idee, ci toglie la fatica di giudicarle criticamente. 

Caro lettore nessuno è perfetto, per l’amor di Dio, men che meno noi, che di sbagli ne facciamo eccome, e tanti, e spesso, e di cantonate ne prendiamo. Ma anche noi abbiamo il nostro punto di vista, ancorchè non sia perfetto, speriamo sia almeno rispettabile. Se non altro rispettoso.

Caro lettore, se non credi a ciò che dico, presto faremo un gioco. Se accetti di giocare, ti farò toccar con mano quanto conti solo quel dito e quanto poco si guardi alla Luna. Pubblicheremo lo stesso comunicato, una volta imputandolo ad una fazione, e un po’ di tempo dopo, parimenti all’altra. Potrai vedere, dai commenti dei lettori, quanto conti il dito e quanto la luna.

Caro lettore questo blog, che non abbiamo l’ardire di chiamarlo giornale, perché il giornale è una cosa seria (e purtroppo i nostri giornalai spesso se lo son dimenticato), questo blog dicevo, è fatto da persone che sacrificano il loro tempo libero, il loro sonno, i loro affetti, il loro svago, per poter garantire a tutti il diritto di scrivere, e pure anonimamente, i propri sfoghi, le proprie menate, le paturnie, la propria rabbia ma anche il proprio dolore, le paure, le angosce del futuro, le insoddisfazioni, i progetti, la propria vita. Per permettere a tutti, anche ai più pavidi, di poter dire ciò che pensano, la faccia abbiamo deciso di mettercela noi, pronti ad esser presi a schiaffi. Speriamo non a fucilate.

Caro lettore, per fare tutto questo, mai un centesimo abbiamo ricevuto. Anzi se è stato necessario, un centesimo o forse più, lo abbiamo dovuto far uscire dai nostri già magri bilanci familiari. Perché ci piace fare Informarezzo così com'è. Perché ci riempie di orgoglio sapere che qualche migliaio di persone ogni giorno legge ciò che pubblichiamo. Perché ci dàsoddisfazione vedere ogni giorno un centinaio di commenti o forse più, riempire le nostre pagine. Perché ci dà gusto essere costretti a comprare spesso nuovo spazio, che quello del server non ci basta mai. Caro lettore, vuoi sapere una simpatica curiosità? Nessun partito politico che ha fatto pubblicità sul nostro Informarezzo alle ultime elezioni, ha pagato un centesimo di quanto concordato. I comitati elettorali sono svaniti tutti come nebbia al sole il giorno dopo le elezioni. 

Caro lettore se non hai mai pensato quanti sacrifici costa essere sempre al pezzo, o meglio alla tastiera, per cercare di sostenere il diritto di tutti ad esprimere una opinione, prova anche tu a gettarti nella mischia e a buttare il cuore oltre l’ostacolo. Non è poi così difficile acquistare un dominio e iniziare questa fantastica avventura. Fin da ora ti autorizziamo a prelevare da Informarezzo tutto ciò che riterrai utile.  

Caro lettore, scusa lo sfogo notturno di questo attempato ragazzino, ma giorno dopo giorno, dopo aver letto e controllato l’ultima valanga di commenti (che arrivandomi in fila e svincolati dagli articoli a volte appaiono pure un po’ grotteschi), voglio augurarti una buona giornata con la preghiera che intitola questo piccola arringa personale.

Ti prego, qualche volta, guarda anche la Luna…  

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0