Prima Pagina | Politica società diritti | Riformisti aretini a congresso

Riformisti aretini a congresso

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Riformisti aretini a congresso

 

 

Nei giorni scorsi si è svolta l’assemblea degli iscritti e sostenitori dell’unione dei riformisti aretini. Numerosi gli intervenuti, che alla fine del dibattito hanno approvato il seguente documento.

 

La grave crisi nazionale e internazionale, che viviamo pesantemente anche ad Arezzo, vede aumentare, sempre di più, le distanze fra i bisogni e i problemi dei cittadini e le sedi dove si dovrebbe progettare e scegliere soluzioni per superarli. Sono circa 4 anni che l’Unione dei Riformisti, attraverso l’apporto di numerosi cittadini e sostenitori, ha offerto spazi di discussione, privilegiando così la politica trasparente e di ascolto.

Pertanto, non intendiamo essere strumentalmente contro “qualcuno” ma, in un momento storico di grave crisi economica, politica, democratica e sociale. riteniamo occorra ancora di più, lottare, fare pressione per realizzare le idee e le proposte dei cittadini.

Sono 3 i principali temi ed obiettivi emersi sui quali a breve i riformisti intendono assumere iniziative politiche.

Riteniamo, infatti, che sul piano politico e economico occorrano persone davvero competenti che con il sostegno di tutti gli attori economici e sociali della città, siano in grado di pianificare e reperire le risorse per lo sviluppo della città. Ad oggi rileviamo, in questo senso, numerose inadeguatezze, alle quali occorre urgentemente porre rimedio.

E' opinione di tutto il movimento promuovere politiche di integrazione e di sicurezza per tutelare i cittadini aretini, dando risalto a maggiori iniziative per l’integrazione degli immigrati e delle fasce più deboli della popolazione contrastandone così l'emarginazione.

Di fondamentale importanza, alla luce del nuovo scenario, che si è venuto a creare dopo la soppressione delle Circoscrizioni, è la messa in atto di una vera politica di decentramento e partecipazione, al momento disattesa dall'attuale maggioranza. Sono, infatti, sempre più sole e in stato di disagio le periferie e le frazioni.

I riformisti aretini, inoltre, invitano i propri iscritti e simpatizzanti il 14 Ottobre pv all'assemblea pubblica per rinnovare gli organismi e il direttivo dell'Unione dei Riformisti. Le votazioni si svolgeranno a scrutinio segreto. Nell’ambito della riunione sarà costruita in maniera condivisa la piattaforma su cui confermare e fare emergere proposte e idee che verranno portate all'attenzione delle istituzioni e degli enti competenti.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0