Prima Pagina | Lettere alla redazione | Lettera aperta al Sindaco ed alla Giunta di Bibbiena

Lettera aperta al Sindaco ed alla Giunta di Bibbiena

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Lettera aperta al Sindaco ed alla Giunta di Bibbiena

 

Egregio Signor Sindaco di Bibbiena,  Egregi Assessori,

quando  nella giornata di martedì la telefonata di un’amica mi ha informato della vostra risposta al comunicato di SEL (sono da diverso tempo lontano da Bibbiena) ho cercato un internet point per leggerlo integralmente.

Più che stupefatto sono rimasto rattristato (ma anche divertito).

Premetto che non intendo qui rispondere alle vostre considerazioni/minacce, perché sarà Sinistra Ecologia Libertà a rispondere con i suoi organismi. Perché così funziona un partito, anche se piccolo.

Ma visto che voi subdolamente infarcite le vostre considerazioni con insinuazioni nei miei confronti (insinuazioni che mi lasciano del tutto indifferente), sento  il dovere, rispetto alla gente, di una sola  precisazioni e considerazione.

Come è noto ho terminato il mio impegno di Sindaco nel 1999, In quei quattro anni difficili ed esaltanti nello stesso tempo ho avuto l’onore di subire attacchi continui, da avversari ed anche da supposti amici. Sono stato oggetto di volantinaggi, di manifesti pubblici (anche di una mostra) di comunicati stampa di ogni tipo (allora non erano ancora diffusi gli attuali blog)

Le polemiche sono state accese e qualche volta forse anche sopra le righe.

Ma non credo di essermi mai permesso di dare del “non galantuomo” anche a chi quotidianamente mi ricopriva di critiche. Ho sempre cercato di rispondere sul piano politico, tenendo sempre separata la lotta politica dai giudizi sulle persone.

Prendo atto che la vostra giunta non è in grado di fare certe distinzioni. Dovevate essere il nuovo. Purtroppo dobbiamo prendere atto che avete ereditato i peggior vizi di tante vecchie politiche.

Io continuerò a pensare che la giunta di Bibbiena, fino a prova contraria, è fatta da persone oneste, Ma sono altrettanto convinto che ha una forte carenza di cultura politica e istituzionale, confermata dal vostro comunicato. E questo vi rende incapaci di confronto e di dialettica politica che poi diventa arroganza e minaccia contro chi osa criticare.

Continuerò, per quello che posso, a esercitare il mio libero pensiero critico, come sempre, senza pregiudizi, ma anche senza ipocrite reverenze rispetto ad alcuno.

Con rispetto irriverente vi posso assicurare che continuerò a seguire il vostro lavoro, criticandolo quando non lo condivido, apprezzandolo quando lo condividerò, prendendomi così anche le accuse di “collusione con il nemico” da parte delle vostre opposizioni istituzionali

Giorgio Renzi

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0