Prima Pagina | Lo Sport | Atletica leggera: Memorial Gabriele Annetti

Atletica leggera: Memorial Gabriele Annetti

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Atletica leggera: Memorial  Gabriele Annetti

Filippo Occhiolini e Chiara Parigi i Protagonisti di una gara entusiasmante quasi 150 gli arrivati

Il Commento comune è stato “bellissima gara” ,e questo fa onore alla Polisportiva Policiano che ha organizzato un'altra manifestazione di prestigio che sicuramente avrà un seguito importante dopo questa ultima variante adottata in questa edizione.

Cronaca della Gara

Partenza dallo Stadio di Arezzo alle ore 9,30 precise con il supporto  della Polizia Municipale  e la Croce Bianca di Rigutino che hanno egregiamente collaborato alla riuscita della manifestazione.

Partenza  abbastanza tranquilla nel primo tratto prima della salita con un gruppetto di atleti comprendente Occhiolini,Annetti,Refi,Crivelli,Niola,Valentini,Scaramucci e Crivelli controllati come un’ombra da Fabio Guidelli quest’oggi in bici.

All’inizio della salita Filippo Occhiolini in campo maschile e Chiara Parigi in quello femminile , provocano le prime  selezione che andranno aumentare al termine della salita.

Quest’anno forse la parte più impegnativa era la nuova  la discesa collocata nel crinale della montagna su carrai sconnesse e pietre vaganti che condizionano molto la corsa dei concorrenti.

Infatti il rischio pericolo è in agguato  ed  alcuni atleti incappano su varie cadute con escoriazioni e distorsioni con più o meno gravi, prontamente soccorsi da volontari  per ricevere le cure dei sanitari capeggiati dal Dott. Tommasini.

La corsa comunque procede regolarmente ,  Occhiolini nei maschi e Parigi nelle femmine dominano incontrastati la competizione , nelle retrovie le caratteristiche del percorso fanno modificare  molte posizioni.

Al traguardo di Policiano , Filippo Occhiolini  vince per il 2° anno consecutivo con un tempo appena superiore ai 60’  questo importante memorial sulla coppia Attilio Niola e Giacomo  Valentini , mentre 4° Valter Scaramucci e 5° Mirko Refi.

In campo femminile Parigi giungendo 19 assoluta umilia anche molti maschietti, mentre per le altre piazze Lucia Boncompagni ha la meglio su Daniela Romanelli, Valentina Mattesini e la lombarda  Maria Lo Russo.

Nella categoria Veterani riscossa di Natale Mulas  su Antonio Prozzo e Giuseppe Lancellotti, Enzo Patrussi  con una gara accorto riesce a battere Moreno Sinatti e Angelo Caruso.

La mattina si completa con le premiazioni e con molti atleti rimasti ad assaporare  le gustosissime  Pappardella alla Lepre.

Il pomeriggio si annuncia movimentato con una i gimkana  ciclistica, corse podistiche per il settore giovanile e gare in circuito per gli adulti.

Nonostante la concomitanza con altre manifestazioni, buona la presenza del settore giovanile con gare  incerte ed esaltanti che precedono la novità del pomeriggio .

La competizione degli adulti del pomeriggio è improntata su gare in circuito di 300 metri a giro  con partenze separata.

Si inizia con quella femminile dove la cadetta Lavinia Migliacci con un avvio molto sostenuto riesce a mantenere il vantaggio  su Lucia Boncompagni ed Erika Fabianelli.

E’ la volta poi della categoria Veterani e Argento con inserimento anche in questo caso di alcuni cadetti come Capaccioli e Sinatti che riescono a vincere su Natale Mulas e Giuseppe  Lancellotti mentre Moreno Sinatti nella categoria argento vince sul compagno di squadra Angelo Caruso.

Il pomeriggio sportivo si conclude con l’ultima gara , quella più spettacolare degli assoluti che dovranno al 3° dei 6 giri previsti salire nel gonfiabile dello scivolo prima di continuare gli altri 3 giri.

Partenza molto sostenuta da parte di  Daniele Neri e Francesco Vannuccini che al mattino non avevano corso per mettere in difficoltà Filippo Occhiolini e Alessandro Annetti, nei primi 2 giri sempre Neri al comando poi al 3 giro passa a condurre Occhiolini che in prossimità dello scivolo arriva primo, ma le scalette scivolose per la pioggia di qualche minuto prima rendono tutto più comico e più difficile.

Assistiamo ad un tentativo di salita con scivolamento verso il basso che provoca un effetto Bowling con cadute  degli altri concorrenti che poi si rialzano e arrampicandosi arrivano in cima allo scivolo, la discesa è di quelle più disparate  a pancia in su , verso il basso, laterale  fino addirittura a testa indietro con il divertimento del pubblico presente.

La corsa poi continua con incertezza finoall’ultimo metro in cui Occhiolini bissa il successo della mattina davanti a Neri e Vannuccini.

Prima della premiazione viene consegnato  un omaggio floreale alla famiglia Annetti  da parte della Polisportiva Policiano in ricordo di Gabriele.

Da parte della famiglia Annetti e della Polisportiva un ringraziamento per  tutti coloro che hanno partecipato


 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0