Prima Pagina | Politica società diritti | Ecco i nostri candidati alla presidenza e al Cda di Coingas: cittadini competenti estranei ai giochi politici

Ecco i nostri candidati alla presidenza e al Cda di Coingas: cittadini competenti estranei ai giochi politici

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Ecco i nostri candidati alla presidenza e al Cda di Coingas: cittadini competenti estranei ai giochi politici

Conferenza stampa dei consiglieri comunali Lucio Bianchi e Daniele Farsetti del Movimento 5 stelle con oggetto le nomine nelle aziende partecipate, in primo luogo Coingas.

 

Daniele Farsetti: “con questa azione mettiamo in evidenza alcune problematiche legate al rinnovo che Fanfani dovrà fare del vertice di Coingas. Il 22 luglio scorso il Consiglio Comunale ha adottato una mozione grazie alla quale i cittadini possono auto-candidarsi alla presidenza e al consiglio di amministrazione delle aziende partecipate. Diamo così a Fanfani alcuni suggerimenti per rimediare a un duplice errore, la nomina di Polli al vertice Coingas e quella del tesoriere del Pd nel Cda, quest'ultima nettamente inopportuna. Polli ha peraltro terminato il mandato l'8 settembre, ci aspettiamo atti conseguenti. Non dimentichiamo poi che la catena partita con la nomina di Polli e la caduta di Ciolfi ha portato a Brandi a capo di Estra con tutti gli annessi e connessi che conosciamo. Quindi le nomine di Coingas hanno conseguenze su Estra, che è l'ottava azienda nazionale a livello energetico e per la quale invitiamo a pensarla come società che può fare sviluppo purché dotata di una guida sapiente, in secondo luogo possono aprire scenari interessanti anche per la ripubblicizzazione del servizio idrico. Coingas ha accantonato nel tempo 12.000.000 di euro e potrebbe utilizzarli per avviare quel percorso di acquisto delle quote privare di Nuove Acque che rappresenterebbe un'ulteriore ricaduta positiva”.

Lucio Bianchi: “ed eccoli i cittadini che proponiamo al sindaco, cittadini dal curriculum professionale di alto livello. Per noi non ci devono essere i politici al vertice delle aziende come preferisce il sindaco che dà così legittimità ai vincoli partitici. Coingas è azienda a capitale totalmente pubblico, di ampia rilevanza sociale, nominare un vertice che non dia garanzia per competenza e titoli ci sembra inappropriato. David Faltoni, avvocato e commercialista; Lucia Faltoni, avvocato che si occupa di diritto commerciale e civile anche in ambito accademico; Luciana Faltoni, avvocato con esperienza decennale e titolare di incarichi da parte del tribunale; Leonardo Ferrini, commercialista da 20 anni; Chiara Nannicini, chimica farmaceutica; Giuseppe Brogna, ingegnere. Esempi autentici di ciò che significa cittadinanza attiva. Non va infine trascurato il fatto che il Presidente di Coingas prende 40.000 euro l'anno mentre ogni consigliere 16.000. Se questi ragazzi, in maggioranza donne, diverranno membri degli organi suddetti si impegneranno a rivedere anche queste cifre. Sindaco Fanfani: cominci a riciclare per il verso giusto”.

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0