Prima Pagina | Politica società diritti | Dissesto finanziario del Comune di Castiglion Fiorentino, gravi responsabilità degli ultimi due Sindaci. Cesarini si dimetta!

Dissesto finanziario del Comune di Castiglion Fiorentino, gravi responsabilità degli ultimi due Sindaci. Cesarini si dimetta!

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Dissesto finanziario del Comune di Castiglion Fiorentino, gravi responsabilità degli ultimi due Sindaci. Cesarini si dimetta!

 


Nella giornata di ieri si è consumato un altro tristissimo momento della politica con "p" minuscola, un'altra dimostrazione della totale incompetenza di amministratori come l'ex-sindaco Paolo Brandi e l'odierno Sindaco, nonché ex-assessore al bilancio Enrico Cesarini.

Con la dichiarazione del dissesto finanziario del Comune per un debito di 9 milioni di € l'amministrazione rossa del Comune di Castiglion Fiorentino si è dovuta dimostrare per quella che è e non ha più potuto nascondersi dietro a strani comunicati stampa o celandosi dietro ad un pericoloso silenzio, manca però un passaggio che riteniamo fondamentale: le dimissioni del Sindaco Cesarini come co-responsabile dell'accaduto!

La cosa che ci preoccupa di più  - come Lega Nord della Provincia di Arezzo - è che adesso, chi ci rimette veramente sono i cittadini che devono utilizzare i servizi offerti dall'amministrazione, i quali si devono frugare in tasca e pagare la parte che prima spettava all'amministrazione.

Altra cosa folle è che l'altro co-responsabile della oscena gestione del denaro pubblico di quella comunità era pure stato premiato, dal PD aretino, fino ad arrivare ad essere presidente dell'Estra s.p.a. società impegnata nella gestione ed erogazione di metano, elettricità nel territorio aretino e non solo.

Apprendiamo ed apprezziamo comunque in minima parte il gesto di Brandi di dimettersi da presidente Estra ma ciò non risolleverà le casse del Comune e non laverà via le colpe sue e dell'attuale Sindaco per la folle gestione degli ultimi 10 anni di amministrazione.

Vogliamo augurare buon lavoro ai commissari che saranno incaricati di arrivare all'approvazione del bilancio preventivo e consuntivo 2011 al fine di porre rimedio alla situazione incresciosa creatasi.

Ed infine ci auguriamo anche, che nella futura tornata elettorale, i cittadini dicano basta a questa continuità politica di sinistra risollevando dal baratro la città ed il Comune di Castiglion Fiorentino per riportarlo al ruolo che si merita di avere all'interno della Valdichiana e della Provincia di Arezzo.

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0