Prima Pagina | Politica società diritti | Paolo Brandi si è dimesso dalla presidenza di Estra

Paolo Brandi si è dimesso dalla presidenza di Estra

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Paolo Brandi si è dimesso dalla presidenza di Estra

Paolo Brandi, si è dimesso dall'incarico di presidente di Estra. Ecco il testo con la sua decisione.

 

"Preso atto della decisione del Sindaco di Castiglion Fiorentino di utilizzare l’istituto del dissesto per risolvere la situazione economica finanziaria del comune, decisione sulla cui autonomia non voglio esprimere in questa fase alcun giudizio.

Tenuto conto che in questa vicenda la mia figura non può considerarsi politicamente estranea visto il ruolo di Sindaco che ho ricoperto negli ultimi anni.

Considerato che la mia attuale posizione di Presidente di Estra è stata e continua ad essere oggetto di una odiosa campagna politica, che va al di là del merito della questione in oggetto. Campagna tesa a mettere in difficoltà il Partito Democratico e l’Amministrazione Comunale di Castiglion Fiorentino con il rischio, in prospettiva, di causare danni alla stessa azienda Estra spa.

Pur rimanendo convinto che alla fine di questa vicenda le situazioni appariranno, sul piano delle responsabilità e dei comportamenti, ben diverse da come oggi vengono presentate. Ritengo indispensabile, al fine di non consentire più nessun tipo di speculazione e strumentalizzazione, consegnare nelle mani del presidente di Coingas e del Cda le mie dimissioni dall’incarico di Presidente di Estra spa. Tutto ciò in coerenza con la disponibilità che avevo già espresso nella mia precedente nota di alcuni giorni orsono.

Vorrei che fosse chiaro che questo mio atto non è assolutamente una resa di fronte agli attacchi violenti e talvolta ingiuriosi a cui è stata sottoposta la mia persona in questi mesi, attacchi che a volte sono sconfinati nello sciacallaggio politico di cui, credo, occorrerà tener conto per una seria riflessione in futuro.

Quelle prese di posizione non scalfiscono minimamente il mio convincimento di avere operato, nell’ambito delle compatibilità che gli organismi tecnici operativi e di controllo hanno sempre certificato, per migliorare la vita di Castiglion Fiorentino e della sua gente.

Credo però che, per il bene del mio Partito, della Amministrazione Comunale di Castiglion Fiorentino e per difendere e tutelare la mia dignità di persona ed amministratore sia giusto avere le mani libere da possibili impedimenti di qualunque natura.

Ringrazio i soci di Coingas che, seppur per un breve lasso di tempo, mi hanno consentito di svolgere questa importante funzione.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0