Prima Pagina | Politica società diritti | Arezzo, muore sul lavoro. Per l'IDV è responsabile il Governo, per il PDL la Regione...

Arezzo, muore sul lavoro. Per l'IDV è responsabile il Governo, per il PDL la Regione...

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Arezzo, muore sul lavoro. Per l'IDV è responsabile il Governo, per il PDL la Regione...

 

 

 

 

 

Rizzo (Idv): ogni morte è responsabilità del Governo

“Dietro i morti sul lavoro – commenta Rizzo - e in Toscana ne abbiamo purtroppo registrati tre soltanto negli ultimi dieci giorni e 650 negli ultimi dieci anni, vi sono innanzitutto le gravissime e pesantissime responsabilità del Governo, anzi dei Governi, Berlusconi, che ogni giorno innescano nel Paese una spirale di annullamento di tutti i diritti, a partire proprio dalla sicurezza, come testimoniato anche dal Ministro Tremonti, che definì la Legge sulla Sicurezza nei luoghi di lavoro un optional che il Paese non si poteva più permettere, annullando anche gli strumenti per chi deve garantire il rispetto delle regole, rendendo di fatto impossibile, con i tagli operati dal Governo, ogni forma di vigilanza. Oggi, infatti, mediamente un’azienda viene visitata dagli ispettori una volta ogni centodieci anni. Aver diffuso una cultura di smantellamento di ogni possibile prevenzione significa al tempo stesso essere dei criminali e indurre al crimine. Oggi la guerra continua di questo Governo ai diritti dei lavoratori non ha creato solo una precarietà economica e sociale ma un continuo attentato alla dignità fisica e morale dei lavoratori”.

“Noi di Italia dei Valori – conclude Rizzo - seguiamo attivamente, come priorità, la difesa e il rilancio dei diritti e dello sviluppo, proprio a partire da un concetto di sicurezza e formazione nei luoghi di lavoro. Per questo il prossimo 30 settembre, in Consiglio regionale, con i nostri amministratori nazionali e locali, presenteremo un pacchetto di proposte tese a sanare, a partire dal livello regionale, questo inaccettabile vulnus creato dal Governo per favorire il ripristino della legalità, della dignità e della sicurezza nei luoghi di lavoro”

 

Tragedia sul lavoro, Mugnai (Pdl): "La Regioni contrasti le morti bianche"

«La Regione e tutte le autorità competenti si attivino per contrastare con rinnovato impegno l’autentica piaga rappresentata dalle morti sul lavoro, tragedie davvero troppo frequenti in Toscana».

E’ l’appello lanciato dal Consigliere regionale del Pdl Stefano Mugnai, che nella sua veste di Vicepresidente della Commissione sanità che ha competenze anche in materia di sicurezza del lavoro, interviene oggi per esprimere il suo cordoglio dopo la morte di un operaio quarantenne schiacciato al carico di una gru.

L’incidente è accaduto stamani nel territorio che separa Monte San Savino e Bucine, in provincia di Arezzo: «Solo l’altro giorno – ricorda Mugnai – in Consiglio regionale abbiamo osservato un minuto di silenzio per un’altra vittima del lavoro. In realtà si tratta in tutto del terzo infortunio mortale che accade in Toscana in soli nove giorni. Ogni morto è un morto di troppo – prosegue il Vicepresidente della Commissione sanità – ma per di più in Toscana i dati dimostrano come siano in troppi a perdere la vita nel modo più assurdo che esiste, ovvero svolgendo il proprio lavoro. Per questo – conclude Mugnai – auspico che dalla Regione e dalle autorità competenti giunga un rinnovato sforzo, un sussulto di attenzione e dedizione anche normativa, se serve, affinché simili episodi non abbiano a ripetersi».

 

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0