Prima Pagina | Arte e cultura | L’ALTRA ME: UN LIBRO SULLA DIVERSITA’ DOMANI PRESSO LA BIBLIOTECA GIOVANNINI CON IL ROTARY CLUB

L’ALTRA ME: UN LIBRO SULLA DIVERSITA’ DOMANI PRESSO LA BIBLIOTECA GIOVANNINI CON IL ROTARY CLUB

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
L’ALTRA ME: UN LIBRO SULLA DIVERSITA’ DOMANI PRESSO LA BIBLIOTECA GIOVANNINI CON IL ROTARY CLUB

Domani venerdì 16 settembre alle ore 21.00 presso la Biblioteca Giovannini di Bibbiena l’Amministrazione in collaborazione con il Rotary Club Casentino, presenteranno il libro del Dottor Ciro Sommella, “L’Altra me”.

“Per giorni vedevo dinanzi a me la figura di Denise e scrivere questa storia è stato l’unico modo che ho avuto per liberarmi dall’angoscia di quella giornata”. Così Ciro Sommella, ginecologo presso il reparto di Ostetricia e Ginecologia di Bibbiena scrive a nota del suo primo romanzo “L’altra me” edito da Boopen Editore.

“L’altra me” è la storia di due donne, Paola e Denise, apparentemente diverse, che il destino lega indissolubilmente attraverso un’identità sessuale “mancata”. Paola è omosessuale e cerca un figlio a Cipro con la sua compagna Pamela; Denise, vita normale, giornalista in una importante testata, scopre all’età di trent’anni di essere affetta dalla sindrome di Morris, che le viene diagnosticata dopo una visita ginecologica che lei – pensando si essere stata operata da bambina alle ovaie e all’utero – non aveva mai fatto. Un uomo nel corpo di una bella donna. Da qui inizia la fuga da se stessa, la scelta di una non-vita come quella dei barboni, poi il ritorno alla luce grazie alla maternità speciale di Paola, che diventa nel libro “La” maternità che guarisce. L’opera è a tratti sconvolgente, a tratti pacificante, sempre entusiasmante. La storia di Denise lega in un filo di dolore, ma anche si speranza, gli stravolgimenti del Dottor Sommella - che ancora giovanissimo presso l’ambulatorio ginecologico per esterni del policlinico universitario di Siena, incontra Denise e le diagnostica la Sindrome di Morris -  e le vicende di tante donne e di tanti uomini che combattono ogni giorno contro i pregiudizi del mondo e spesso contro se stessi.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0