Prima Pagina | Politica società diritti | Ciolfi lascia ogni incarico e tira le somme sui suoi 15 anni a "tutto gas"

Ciolfi lascia ogni incarico e tira le somme sui suoi 15 anni a "tutto gas"

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Ciolfi lascia ogni incarico e tira le somme sui suoi 15 anni a "tutto gas"

Il testo della lettera di saluto che Alberto Ciolfi ha inviato ai dipendenti Estra


Fra pochi giorni lascerò ogni incarico nel Gruppo Estra e voglio inviare un saluto a tutti i collaboratori della Società, in particolare a quelli della sede aretina (non me ne vogliano gli altri…).
Il mio non è solo un saluto, ma un ringraziamento per la condivisione di obiettivi che hanno permesso di raggiungere importanti risultati prima in Coingas, in Eta3 e quindi in Estra.
 
Nulla viene per caso, e voi lo sapete più di tutti. E' stato un onore per me contribuire a questi risultati e chiedo scusa per gli errori.
 
Sono stato Presidente di Coingas per 15 anni, dalla primavera del 1996. Per una carica come questa, nel mondo di oggi, è un periodo lungo, sia per me sia, specialmente, per i "decisori".
In questi anni Coingas è molto cambiata; abbiamo incrementato gli investimenti nel territorio (in gran parte autofinanziati); fatto crescere i ricavi e prodotto decine di milioni di euro in dividendi per i nostri comuni-soci. La reputazione della Azienda è cresciuta in modo esponenziale: ogni volta ho cercato di fare la cosa giusta per Coingas tenendo ben ferma la barra della autonomia gestionale e imprenditoriale contro ogni ingerenza "impropria".
Abbiamo fatto la scelta (supportata dal sostegno dei 28 comuni - soci) di non rimanere immobili di fronte alle novità della legislazione e del mercato; anzi, queste novità le abbiamo volute interpretare come occasione di crescita e contributo allo sviluppo del territorio.
 
Alcuni numeri che possono sintetizzare la crescita di Coingas: dai 28 milioni di fatturato e 55 mila utenti allacciati alla rete nel 1996, siamo passati a 64 milioni di euro di fatturato e 88 mila utenti del 2002 fino ai 120 milioni di fatturato nel 2005 superando, quell'anno, la soglia dei 100.000 utenti ed ai 120 mila utenti allacciati alla rete del 2010. Una crescita costante, superando insieme molti ostacoli: liberalizzazione del mercato del gas, trasformazione in SpA, gare vinte nella distribuzione, alleanze con Edison e Gestioni Valdichiana per Eta3…
 
Per utltimo, ci siamo aggregati con Consiag e Intesa creando Estra, la prima multiutility toscana totalmente pubblica e fra le prime dieci utility italiane, con margini assoluti e percentuali molto, molto importanti con positive ricadute per la nostra realtà territoriale.

Insieme abbiamo realizzato il più grande progetto industriale degli ultimi anni in Toscana, del quale non posso che esserne fiero e fare un bilancio più che positivo dal lato professionale e umano.
Insieme abbiamo rafforzato i livelli occupazionali, attivato processi di ridisegno che hanno potuto contare sulla vostra professionalità e sul vostro supporto.
Una scelta sostenuta da molte motivazioni: l'esigenza industriale di dotarsi di adeguata "massa critica" nel settore energetico e garantire i necessari investimenti nel settore delle fonti rinnovabili; la scelta di valorizzare e tutelare il patrimonio pubblico; l'aspirazione a garantire la gestione pubblica del servizio anche in futuro, prepararsi adeguatamente alle gare imminenti...
Tutto questo è stato possibile perché ho potuto contare sulle vostre competenze, passione e perseveranza: di questo io vi sono riconoscente.
Perché in questi 35 anni la Coingas non solo ha "fatto" la metanizzazione di gran parte del territorio della Provincia di Arezzo, ma è stata capace di creare un modello imprenditoriale pubblico che ha garantito quantità e qualità del servizio, un forte radicamento nel territorio, attenzione e vicinanza ai cittadini.
 
Vorrei allora augurarvi buon lavoro. Sono certo che il Gruppo Estra sarà per tutti l'inizio di una nuova, entusiasmante sfida professionale e che opererete sempre per valorizzare il ruolo e le competenze di Arezzo, paritariamente a Prato e Siena.
 
Con affetto.
Alberto

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0