Prima Pagina | Politica società diritti | Referendum IDV: oltre ogni aspettativa

Referendum IDV: oltre ogni aspettativa

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Referendum IDV: oltre ogni aspettativa

 

Un’adesione oltre ogni  aspettativa. Sabato mattina alle 11, mentre ancora si stavano montando i gazebo,  i cittadini erano già in fila per firmare la proposta di legge di iniziativa popolare per l’abolizione delle province e il referendum per l’abolizione del porcellum.  “Quanto sta accadendo  ha una sua chiave di lettura -  precisa l’ On. Fabio Evangelisti, Segretario regionale dell’Idv - è il segno tangibile di quel  movimento avviato con le amministrative 2011 e proseguito  con la straordinaria vittoria referendaria. I cittadini vogliono  riprendere in mano lo scettro della politica, ed hanno mandato un segnale chiaro ed inequivocabile: Basta con gli sprechi!"

“La manovra finanziaria del Ministro Tremonti - afferma Daniela Sgambellone,  membro dell’esecutivo e responsabile della comunicazione dell’ Idv Toscana- ha dimostrato di essere del tutto inefficace a risolvere i problemi del Paese. Così iniqua da non trovare accoglimento nemmeno tra le schiere della maggioranza.  La controproposta dell’Idv si muove in senso opposto.  Va a tagliare gli sprechi della politica e ad alleviare il disagio delle fasce più deboli."

“Per questo, da  oggi fino al 20 di Settembre saremo in piazza -  prosegue Evangelisti - per richiedere l’abolizione delle province che, conti alla mano, ci costano 18 miliardi di euro l’anno, di cui più di un miliardo e cento milioni solo per il personale politico.”

“Come già avvenuto con lo scorso referendum, - conclude la Sgambellone - Idv Toscana propone nuove strategie partecipative e comunicative. Questa  volta, dopo aver firmato, sarà possibile effettuare, muniti di forbici di cartone, un flasch mob inverso,  in cui il protagonista è quindi, non l’organizzatore dell’evento, ma il cittadino che taglierà  simbolicamente i costi della politica e le immagini finiranno in tempo reale sul proprio social network.”

Sul sito www.toscana.italiadeivaloti.it potrete trovare tutte le date dei banchini per la raccolta firme e tutte le informazioni in merito alla campagna referendaria.

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0