Prima Pagina | Politica società diritti | Il programma del sindaco: un elenco stanco di un’amministrazione priva di inventiva

Il programma del sindaco: un elenco stanco di un’amministrazione priva di inventiva

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font

Con il suo immobilismo impedirà alla città di crescere.


 E’ privo di qualsiasi proposta innovativa, non contiene nessuna indicazione sulle grandi scelte: rifiuti, aereoporto, viabilità,finanza locale, promozione della città. A proposito di questo dimentica persino di citare la Giostra del Saracino e per il Vasari rimanda ad iniziative post2011(sic) pensando forse di fare azione riparatoria rispetto al deserto di questi giorni. Conferma la validità del regolamento urbanistico in barba a tutte le critiche dei professionisti e del mondo economico. Sul piano dei servizi sociali riconferma gli stanziamenti, e di questo diamo atto, ma non indica alcuna linea politica per rispondere al cambiamento dei bisogni: gestisce i servizi esistenti ma non fa politica per affrontare nuove sfide. Conferma l’intenzione di costituire una fondazione per la cultura da finanziare eventualmente con il 5 per mille mettendosi così in concorrenza con tutto il mondo dell’associazionismo e del volontariato,

  Non ci siamo limitati a votare contro abbiamo presentato una serie di emendamenti per dimostrare che noi abbiamo un’altra idea di città e per questa continuiamo a lavorare in consiglio e in città coscienti che proprio nei momenti di crisi le forze politiche devono dimostrare senso di responsabilità e passione civile.

 

Grazia Sestini

  Capogruppo PDL

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0