Prima Pagina | Politica società diritti | La censura da parte dell’Ordine dei Giornalisti e la sospensione di Sallusti.

La censura da parte dell’Ordine dei Giornalisti e la sospensione di Sallusti.

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
La Costituzione della Repubblica Italiana La Costituzione della Repubblica Italiana

Referendum per abrogare l'Ordine? Quando i Radicali lo proposero, il Giornale di Sallusti consigliò di andare al mare …

 

 

 

 

 

 

Costituzione della Repubblica Italiana. Articolo 21: Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.

L'Ordine dei giornalisti ha sospeso il suo iscritto Alessandro Sallusti, direttore de “Il Giornale”, perché ha fatto scrivere sul suo quotidiano il sen. Renato Farina che, qualche tempo fa, era stato radiato dall'Ordine.

Sallusti protesta. Bene. E poi? Sallusti, conviene con noi che è ridicolo (per non usare termini peggiori) che debba esistere una corporazione che stabilisca metodi e modi di scrivere per far sì che questi scritti possano poi essere considerati informazione? Conviene con noi che l'esistenza di questo ordine professionale, come quella di tutti gli altri ordini, e' una  limitazione alla libertà di pensiero, di professione, di impresa? Conviene con noi che queste corporazioni servono solo a svilire la professionalità individuale perché vogliono incanalarla li' dove i capi-bastone vogliono? Conviene con noi che l'esistenza di questa corporazione, nello specifico, e' motivo per cui i vari censori del web si stanno attrezzando per ingabbiare quello che invece si e' dimostrato il più potente strumento di libera informazione (rivoluzione araba docet)?

Bene, se Sallusti conviene con noi, aspettiamo una campagna abolizionista, con raccolta di firme per referendum abrogativo, sponsorizzata dal giornale che dirige, a cui daremo il nostro appoggio e su cui torneremo a dimostrare che nel nostro Paese le battaglie di libertà sono necessità individuale, civica ed economica.

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0