Prima Pagina | Dalle vallate | FANFANI: “TUTELEREMO PIAZZA SANT’AGOSTINO”

FANFANI: “TUTELEREMO PIAZZA SANT’AGOSTINO”

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
FANFANI: “TUTELEREMO PIAZZA SANT’AGOSTINO”

Avviato il procedimento di sospensione dell’attività all’ambulante individuato come responsabile delle macchie d’olio sulla pavimentazione

 

 

L’Amministrazione comunale ha avviato il procedimento nei confronti di un ambulante “spuntista” nel Mercato di Sant’Agostino per l’applicazione della sanzione della sospensione per 10 giorni dell’attività. E questo a seguito di violazione, di particolare gravità, alle prescrizioni impartite per l’accesso e l’utilizzo delle superfici lastricate di Piazza Sant’ Agostino, stabilite dal Comune a tutela del nuovo pavimento, provocando danneggiamento al lastricato.

La Polizia Municipale aveva rilevato, all’altezza dei numeri civici 34 e 30, la presenza di macchie di liquido oleoso di varia grandezza prodotto da veicoli, oltre a tracce di pneumatici lasciate da un veicolo in fase di manovra. Sul posto di era immediatamente recato anche il Sindaco Giuseppe Fanfani. In particolare alcune delle macchie oleose, documentate dal personale della Polizia Municipale, sia con rilevamento fotografico, sia mediante sovrapposizione della ubicazione delle macchie stesse sulla planimetria di dislocazione temporanea dei posteggi del mercato rionale di Piazza S. Agostino, derivanti con tutta evidenza dalla perdita di olio di veicoli, sono risultate insistere nel perimetro del posteggio occupato dall’ambulante per il quale è stato avviato il procedimento.

“Non possiamo assolutamente accettare che la piazza venga sporcata o danneggiata – sottolinea il Sindaco Fanfani. Sono state impartite prescrizioni molte precise a tutti gli ambulanti. Tra esse c’è anche quella che impone un’adeguata protezione dei lastrici da eventuali perdite di lubrificanti e carburanti da attuarsi previa posa in opera di idonee protezioni con teli di plastica o cartoni impermeabili da rimuovere alla fine della sosta. Chi sbaglia dovrà pagare”.


 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0