Prima Pagina | Cancellati - deleted | Il "miracolo" di Natale: duecentomila per la ruota panoramica e la città di natale, record storico di arrivi

Il "miracolo" di Natale: duecentomila per la ruota panoramica e la città di natale, record storico di arrivi

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Il "miracolo" di Natale: duecentomila per la ruota panoramica e la città di natale, record storico di arrivi

Ad Arezzo è di nuovo sold out. “La Città del Natale” e la Fiera Antiquaria di dicembre conquistano turisti e visitatori facendo registrare un weekend di vero “pienone”.

Sono circa 250 mila le presenze stimate nelle due giornate di sabato e domenica.

Tutto esaurito nelle strutture ricettive e nei parcheggi, con oltre 200 autobus che nei due giorni hanno raggiunto la città. File, per tutta la giornata, ai ristoranti e ai bar cittadini.

Arrivano principalmente da Lazio, Umbria, Marche, Campania i turisti che hanno ammirato il centro storico in una veste inedita e meravigliosa, complici anche le istallazioni luminose con soggetto artistico che rendono ancora più suggestivo e intenso il clima natalizio.

Tante le persone che hanno trascorso del tempo al Prato dove sono stati più di 2500 gli ingressi tra planetario e pista di ghiaccio e dove in molti hanno scelto di vedere la città dall’alto della ruota panoramica o hanno fatto shopping alle casine tra food e artigianato.

Continuo il via vai dei visitatori al Villaggio tirolese, alla Casa di Babbo Natale allestita nella Fraternita e ai mercatini di Piazza San Iacopo e Piazza Risorgimento.

Numeri da capogiro frutto di un’efficace strategia di comunicazione che la Fondazione Arezzo Intour ha condiviso e condotto in maniera congiunta con Ascom Confcommercio e gli altri partner utilizzando canali innovativi che hanno portato ad iniziative come il media tour che proprio in questo fine settimana ha visto 4 blogger arrivare da Napoli, Torino, Bologna e Milano per raccontare Arezzo e le sue bellezze al popolo del web.

“Nonostante ci aspettassimo un grande afflusso di pubblico – commenta Marcello Comanducci, assessore al turismo e presidente della Fondazione Arezzo Intour – questo weekend supera ogni più rosea previsione. La città ha offerto il suo volto migliore grazie alla Fiera Antiquaria e al calendario di appuntamenti de “La Città del Natale”. Un trend positivo che continua a crescere in quella che fino a pochi anni fa era “bassa stagione”. Arezzo così vissuta e piena di gente è uno spettacolo che fa bene al cuore: la Fondazione Arezzo Intour non può che continuare a lavorare intensamente per migliorare ancora questi risultati. Inoltre, un numero così importante di turisti rappresenta un volano enorme per la promozione di Arezzo in quanto la condivisione delle immagini della città sui canali social, generano passaparola e incentivano nuovo turismo per i prossimi mesi”.

Arezzo Città del Natale 2018 prosegue a pieno ritmo: nel “Christmas village” del Prato la ruota e la pista di pattinaggio sono aperte ogni giorno. Tutte le informazioni su www.arezzocittadelnatale.it.

 

Il comunicato di Ascom

Nella sola giornata di domenica 2 dicembre sono state riscontrare 200 mila presenze in tutto il centro storico, senza contare l’afflusso record di sabato 1. Il Villaggio Tirolese si conferma il cuore pulsante della città del Natale, calamita di turisti provenienti dalle regioni centro sud Italia, in particolare Emilia Romagna, Lazio, Marche, Abruzzo e Campania. Parcheggi auto e pullman “sold out” dentro e fuori le mura. Catiuscia Fei, vicedirettrice di Confcommercio Arezzo: “Il lavoro fatto da tre anni a questa parte paga, i Mercatini di Natale di Arezzo sono ormai un punto di riferimento per l'Italia centrale e non solo”. E già a gennaio prossimo il Villaggio Tirolese 2019 sarà promosso a Francoforte nella fiera più importante del settore natalizio
 
Un record assoluto, mai raggiunto prima d’ora nell’arco di quattro anni. Dopo la folla di sabato 1 dicembre, i Mercatini di Natale hanno segnato il “tutto esaurito” anche nella giornata di domenica 2, con una stima di circa 200 mila presenze tra piazza Grande e tutto il centro storico.
Un successo senza precedenti, con presenze mai viste prima d’ora nella città di Petrarca, nonostante edizioni passate in cui si sono riversati ad Arezzo migliaia di turisti: quello natalizio si conferma così un movimento che porta valori positivi sull’indotto della città. Il Villaggio Tirolese rimane il cuore pulsante della “Città del Natale”, a riprova di questo il continuo flusso di persone alla ricerca dell’oggetto natalizio più originale, ma anche desiderose di assaggiare i sapori del nord Italia in un contesto unico come quello della Baita. Piace soprattutto il rafforzamento di banchini no food, dove le decorazioni, gli addobbi e i prodotti artigianali fanno da padroni.
“Sold out” anche i parcheggi dentro e fuori le mura, con decine di pullman arrivati da ogni parte della penisola e in modo particolare dal centro sud: vedi Viterbo, Isernia, Campobasso, Roseto degli Abruzzi. Emilia Romagna, Lazio, Marche, Abruzzo e Campania rimangono ad oggi le regioni più attratte dalla realtà dei Mercatini e che puntualmente portano turismo ogni week end.
Risultati straordinari anche per la Casa di Babbo Natale nel palazzo di Fraternita e per il grande stand delle Lego al Prato: alcuni gruppi e gite, infatti, scelgono di venire nella città del Natale solamente per vivere questi eventi targati Confcommercio.
“Il lavoro fatto da tre anni a questa parte paga – è di questo avviso Catiuscia Fei, vicedirettrice di Confcommercio Arezzo - oggi i Mercatini di Natale di Arezzo sono un punto di riferimento per l'Italia centrale e non solo. La promozione forte, gli accordi con i tour operator e la programmazione continua svolta da Confcommercio rappresentano un valore aggiunto”.

 

“Siamo già al lavoro per potenziare questo impianto”, anticipa il responsabile del team eventi della Confcommercio aretina Gian Luca Rosai, “già a gennaio 2019 promuoveremo il Villaggio Tirolese a Francoforte nella fiera di settore più importante d'Europa, chiamata Christmasworld. Vogliamo far crescere l’indotto legato ai Mercatini in città. I segnali quest’anno sono molto soddisfacenti, a partire da quel tasso di occupazione del 98% registrato dalle strutture ricettive nel fine settimana”.
  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0