Prima Pagina | Puntodivista | Albano Ricci: non serve la caccia alle streghe ma un vero confronto

Albano Ricci: non serve la caccia alle streghe ma un vero confronto

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Albano Ricci: non serve la caccia alle streghe ma un vero confronto

L’esito delle elezioni provinciali consegna una sconfitta amara per il centrosinistra. Resa ancora più cruda dalla preoccupante fragilità di tenuta del nostro partito: un’astensione pesante, assenze, superficialità, conti che non tornano. Ancora una volta emerge tutta la nostra debolezza, la nostra propensione al distinguersi, al contarsi, a regolare in modo non palese conflitti interni.

Ginetta Menchetti era un ottimo candidato: esperta, competente, sindaco stimato. La sua storia personale, la sua energia sarebbero stati valori aggiunti per un incarico così delicato. Ringraziamo lei e tutti i candidati per aver insegnato alla nostra comunità così tanto in questa fase: umiltà, responsabilità, serietà, semplicità.

Anche questa sconfitta esige una ripartenza, maturità e resistenza e un supplemento di coscienza e di impegno da parte di tutti. La responsabilità è grande ed è di tutti, nessuno escluso: la prima è mia, doveroso e leale ammetterlo.

Non verranno fatte cacce alle streghe o date facili colpe ma si apre una fase di confronto duro, di riflessione severa: ci sono tante sfide importanti, a partire dalle prossime amministrative, il cambiamento dentro di noi deve essere radicale.

Non sono le singole persone a tenere un partito ma la loro capacità di mettersi in discussione e in rete.

La rabbia e la delusione con il tempo devono tramutarsi in nuovo entusiasmo e orgoglio identitario. Abbiamo un impegno morale verso questo territorio: la difesa dei valori che lo hanno reso libero.

Il PD ringrazia Roberto Vasai per questi anni di presidenza. Sono stati due mandati difficili e completamente diversi tra loro. È sempre riuscito a mettere umanità, competenza e forza nello svolgimento del suo ruolo. Stessa gratitudine al vicepresidente Ducci e ai consiglieri uscenti Corei, Caporali, Botti, Neri e Caneschi. Il loro attaccamento verso questa istituzione è stato esemplare

Auguriamo buon lavoro a tutti i nuovi consiglieri eletti e in particolar modo al neopresidente Silvia Chiassai.

 

Albano Ricci

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0