Prima Pagina | Politica società diritti | Taglio del nastro per la Farmacia Comunale “Giotto”

Taglio del nastro per la Farmacia Comunale “Giotto”

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Taglio del nastro per la Farmacia Comunale “Giotto”

Il sindaco Alessandro Ghinelli ha ufficialmente inaugurato la nuova farmacia in viale Giotto 69 Il progetto risponde ai valori alla base di Afm: presenza, competenza, ascolto, risposte e servizi

 

 

AREZZO – Taglio del nastro per la Farmacia Comunale “Giotto”. I nuovi locali in viale Giotto 69 sono operativi da lunedì scorso, ma per l’inaugurazione ufficiale è stato atteso il fine settimana per proporre un pomeriggio di festa in cui l’Azienda Farmaceutica Municipalizzata ha voluto coinvolgere cittadini ed istituzioni, condividendo insieme a loro il compimento di un progetto che dota il quartiere di una farmacia accogliente, facile da raggiungere, all’avanguardia e capace di ospitare sempre più servizi. «Il trasferimento in viale Giotto - ha commentato Francesco Francini, presidente di Afm, - rappresenta un importante traguardo che abbiamo voluto condividere con la città e con le istituzioni. Abbiamo investito per dotare la città di un ambiente ampio e moderno dove fornire risposte sempre più puntuali alle esigenze di benessere dei cittadini e dove svolgere con ancora più forza il nostro operato sociale orientato all’educazione alla salute».

La farmacia “Giotto” è stata progettata per concretizzare i cinque valori riconosciuti alla base dell’attività portata avanti dalle Farmacie Comunali di Arezzo per la promozione del benessere: presenza, competenza, ascolto, risposte e servizi. Il trasferimento in una posizione più comoda e più visibile risponde infatti alla necessità di rinforzare il presidio e la presenza sul territorio, garantendo una maggior vicinanza al cittadino che è testimoniata anche dalla scelta di operare in orario continuato dalle 8.00 alle 20.00, dal lunedì al sabato. In termini di competenza, invece, è stato aumentato il numero di farmacisti presenti alla “Giotto” che sono saliti da sette a dieci e che avranno più tempo per l’ascolto e per il confronto in virtù di una piena automazione e robotizzazione del magazzino, potendo così godere di un maggior tempo per fornire tutte le risposte necessarie per il benessere e la salute dei cittadini. L’ampiamento dei locali, infine, permetterà di aumentare e diversificare la gamma di servizi: oltre ai già presenti Cup, elettrocardiogramma e controllo della pressione, sarà rivolta attenzione alla dermoestetica professionale e saranno attivate anche l’autoanalisi e l’holter cardiaco. «L’automazione e l’alta tecnologia - ha spiegato Gianluca Ceccarelli, amministratore delegato di Afm, - permetteranno ai nostri professionisti di avere più tempo per colloquiare con i cittadini e per porre le nostre professionalità al servizio dei loro bisogni, dunque la nuova farmacia ha rappresentato un investimento concreto orientato all’ascolto e al benessere del territorio. Non è più solo un luogo dove acquistare farmaci ma è anche un ambiente dove trovare consigli e dove fare affidamento su una gamma di servizi sempre più variegata».

L’importanza di questa inaugurazione è stata ribadita dalla presenza di numerosi rappresentati delle istituzioni comunali e regionali, oltre all’onorevole Stefano Mugnai, mentre il compito di tagliare il nastro è spettato direttamente al sindaco Alessandro Ghinelli che ha elogiato il lavoro svolto da Afm, un’azienda virtuosa che ha scelto di reinvestire i propri utili a favore del territorio. L’inaugurazione è stata infine arricchita dalla benedizione del parroco del Sacro Cuore, don Giovanni Ferrari. «Il quartiere aveva bisogno di una farmacia come questa - ha ribadito il sindaco, - che, con grande professionalità e macchinari all’avanguardia, fornirà supporto e servizi concreti ai cittadini per tutto ciò che riguarda il benessere».

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0