Prima Pagina | Cronaca | Crac Eutelia: in appello qualche correzione e alcune assoluzioni

Crac Eutelia: in appello qualche correzione e alcune assoluzioni

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Crac Eutelia: in appello qualche correzione e alcune assoluzioni

La corte di Appello ha ridotto la pena per Samuele Landi da 9 a 8 anni.

 

Numerose conferme delle condanne date in primo grado, mentre in tre hanno visto ribaltare le proprie sorti: i commercialisti Roberto Rondoni e Maurizio Bartolomei Corsi (difesi dall’avvicato Luca Fanfani) e Giuseppe Maranghi (difesi da Antonio Bonacci). Assolti perché il fatto non sussiste.  

I capi di imputazione era numerosi e tra questi il reato di bancarotta: gli otto imputati erano sono accusati di aver distratto somme (almeno 10 milioni di euro) che hanno portato al crac Eutelia, oggi completamente risanata e che proprio in questi giorni è di nuovo sulle cronache perché acquista da Irideos, controllata da F2i, il più grande Fondo infrastrutturale operante in Italia, e da Marguerite, fondo creato con il sostegno di sei istituzioni finanziarie pubbliche europee.

I valori della cessione di oggi, fanno apparire l’appropriazione per distrazione di cui il processo, una grave sprovvedutezza di metodo e di merito. Insomma solo pochi spiccioli al confronto della trattativa che sta per concludersi e che avrebbe avuto solo alcuni anni dopo, ben piu’ importanti ritorni economici.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0