Prima Pagina | Economia e lavoro | Proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori Lfi Spa.

Proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori Lfi Spa.

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori Lfi Spa.

FIT CISL: STATO DI AGITAZIONE L’azienda, dopo oltre un anno di confronto, non ha risolto le criticità sollevate

 

 

Arezzo - La Segreteria Provinciale Trasporti Cisl di Arezzo unitamente alla Rsa Aziendale ha proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori Lfi Spa.

Dopo oltre un anno di confronto su problematiche puntualmente sollevate dalle parti sociali, rimaste irrisolte, derivanti da criticità gestionali-organizzative, assenza di adeguata formazione del personale impianti elettrici, manutenzione, addetti al movimento rispetto alle normative introdotte dall’Agenzia Nazionale Sicurezza Ferroviaria.

Inoltre, sono state valorizzate soltanto alcune posizioni individuali da parte di Lfi a discapito di una riorganizzazione complessiva creando insanabile spaccatura tra il personale dipendente. Tutto ciò si è tradotto, malgrado il reperimento di importanti risorse regionali, in uno scadimento della qualità dei servizi offerti sino alle limitazioni a 50 Km orari dei treni di Lfi che hanno comportato gravi difficoltà e disservizi all’utenza. Infine, ad aggravare ulteriormente il difficoltoso sistema di relazioni industriali l’incomprensibile scelta aziendale di non rinnovare il premio di risultato ai lavoratori riconoscendolo esclusivamente a dirigenti e funzionari. Pertanto, la Rsa Aziendale, la Fit-Cisl Provinciale hanno chiesto l’intervento della Segreteria Regionale Fit-Toscana per proclamare lo stato di agitazione dei lavoratori di Lfi Spa che prevede un primo step conciliativo in sede prefettizia con successiva eventuale forma di protesta.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0