Prima Pagina | Cronaca | In attesa che arrivi l'esercito a Saione, gli spacciatori iniziano il trasloco!

In attesa che arrivi l'esercito a Saione, gli spacciatori iniziano il trasloco!

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
In attesa che arrivi l'esercito a Saione, gli spacciatori iniziano il trasloco!

Via Romana, Parco Giotto, Anfiteatro. Si allarga la presa sulla città

Nel fine settimana i Carabinieri della Compagnia di Arezzo, nell’ambito di mirati servizi di prevenzione e contrasto alle attività illecite nel centro città e nei parchi pubblici, hanno proceduto all’arresto di tre persone: due cittadini di origine africana per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un altro per evasione.

Durante un apposito servizio effettuato in via Romana, i Carabinieri della Stazione di Arezzo fermavano un uomo marocchino, classe 1957, pluripregiudicato, il quale, accortosi della presenza dei militari, tentava di disfarsi di un panetto di sostanza stupefacente tentando di eludere i controlli. L’uomo, immediatamente bloccato, veniva trovato in possesso di 100 grammi di hashish pronto per la vendita.

Nel corso di un ulteriore servizio presso il parco Pertini, sempre i Carabinieri della Stazione di Arezzo hanno proceduto al controllo di un uomo nigeriano, classe 1992, con precedenti per stupefacenti, che, alla vista dei militari, si dava alla repentina fuga prima lungo il viale Giotto e poi in via Crispi.

I Carabinieri, che si mettevano al suo inseguimento, bloccandolo nei pressi nell’Anfiteatro Romano. Sottoposto a perquisizione personale, veniva trovato in possesso di circa 8 grammi di eroina suddivisa in dosi pronte allo spaccio.

I due arrestati sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Arezzo, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Il terzo arresto è stato effettuato sabato notte dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Arezzo, impegnati nei consueti controlli nei confronti di persone sottoposte a misure cautelari.

I militari, accertavano che un uomo nigeriano classe 1992, agli arresti domiciliari per reati inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti, non era presente presso il proprio domicilio in via Romana. Dopo varie ricerche, il giovane veniva rintracciato e bloccato nelle vie circostanti e quindi condotto presso le camere di sicurezza del Comando Provinciale dei Carabinieri di Arezzo in attesa del rito direttissimo, ove dovrà rispondere del reato di evasione.

 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0