Prima Pagina | Politica società diritti | PERCHE' NUOVE ACQUE PUO' PRATICARE TARIFFE SPROVVISTE DELLA NECESSARIA APPROVAZIONE DA PARTE DELL'AUTORITA' NAZIONALE COMPETENTE IN MATERIA DI SERVIZI IDRICI ?

PERCHE' NUOVE ACQUE PUO' PRATICARE TARIFFE SPROVVISTE DELLA NECESSARIA APPROVAZIONE DA PARTE DELL'AUTORITA' NAZIONALE COMPETENTE IN MATERIA DI SERVIZI IDRICI ?

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
PERCHE' NUOVE ACQUE PUO' PRATICARE TARIFFE SPROVVISTE DELLA NECESSARIA APPROVAZIONE DA PARTE DELL'AUTORITA' NAZIONALE COMPETENTE IN MATERIA DI SERVIZI IDRICI ?

 

Mentre l'Autorità nazionale competente  (A.R.E.R.A.) ha già approvato gli adeguamenti tariffari per il biennio 2018-2019 di alcuni solerti gestori del servizio idrico e per altri l'iter di ratifica è tuttora in corso , per Nuove Acque manca ancora l'approvazione da parte della suddetta  Autorità delle tariffe praticate agli utenti  negli anni 2016 e 2017 che hanno fatto lievitare le bollette dell'acqua per effetto della improvvida decisione assunta due anni fa dai Sindaci del nostro comprensorio (decisione poi ratificata nell'Assemblea A.I.T. del 22 luglio 2016 col solo voto contrario del Sindaco di Sansepolcro ) di approvare un PEF e un Piano tariffario per il quadriennio 2016-2019 entrambi predisposti da Nuove Acque in collaborazione con l' EGA regionale toscano.

A nostro giudizio quel PEF e quel Piano tariffario  erano palesemente “dopati” dai 21,8 Milioni di euro che i maggiorenti di Nuove Acque avevano preteso di ricalcolare nelle tariffe dal 2016 al 2023 inserendoli  come “recupero anticipazioni  canoni concessori”  che, a loro dire, sarebbero state corrisposte ai Comuni tra il 2000 e il 2011 senza che tali esborsi fossero poi compensati da sufficienti introiti da tariffa .

Quella di Nuove Acque era una pretesa totalmente infondata ma venne  inopinatamente accolta dall' EGA toscano : ovvero i nostri Sindaci .

Tentammo di opporci a questa “furbata” denunciandola pubblicamente sia sul web oltre che con numerosi manifesti affissi in città e nell'ottobre del 2016, stante l'inerzia dei Sindaci, decidemmo di presentare un documentato esposto all'Autorità nazionale competente (all'epoca AEEGSI)che dovrebbe aver aperto una doverosa fase istruttoria che presumiamo non essere ancora conclusa. 

Fatto sta che ad oggi risultano essere state approvate tutte le predisposizioni tariffarie per il periodo 2016-2019 degli altri Gestori toscani, per ultime quelle di ASA (Livorno) e Geal (Lucca) a novembre 2017, ma non quelle di Nuove Aque Spa.

Hanno niente da dire, i nostri Sindaci, riguardo alla correttezza delle tariffe che essi stessi hanno approvato ma che, a distanza di due anni,   non sono ancora state validate dall'Autorità preposta ?

Arezzo, 25 settembre 2018       Comitato Acqua Pubblica Arezzo    

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0