Prima Pagina | Politica società diritti | SOSPESI GLI INCONTRI DI FEDE ISLAMICA AL CAS MALPIGHI

SOSPESI GLI INCONTRI DI FEDE ISLAMICA AL CAS MALPIGHI

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
SOSPESI GLI INCONTRI DI FEDE ISLAMICA AL CAS MALPIGHI

LA DICHIARAZIONE DELL'ASSESSORE ALLE POLITICHE SOCIALI E SANITARIE LUCIA TANTI

 

 

“Le attività di culto e qualsiasi altra attività di tipo confessionale esorbitano le iniziative che possono essere svolte all'interno dei Centri di Aggregazione Sociale della città di Arezzo. Per questa ragione, in accordo con l'Assessore Nisini che ha la delega al patrimonio, di cui i CAS sono parte, ho inviato una lettera al Presidente del Centro di Aggregazione Sociale Malpighi, luogo dove si svolgono incontri di preghiera musulmana. Preme ricordare che ben si possono organizzare presso i CAS iniziative utili alla comunità anche qualora non espressamente riconosciute nel regolamento, ma proprio laddove si faccia riferimento ad iniziative non previste, e come in questo evidentemente sensibili, la decisione va quantomeno condivisa insieme all'Amministrazione Comunale. In questo caso, al mio assessorato non era stata data nessuna informazione: qualora l'avessi ricevuta, avrei manifestato una sotanziale contrarietà, di metodo e di merito. Come è noto, l'Amministrazione Ghinelli ha rilanciato il ruolo dei CAS come luoghi di informazione, aggregazione e raccordo tra cittadini e Istituzioni, e proprio per questo non ammettiamo che su questioni delicate si consideri secondario il ruolo e l'orientamento dell'Amministrazione stessa, che certo è comunque sempre aperta al confronto. Il Centro di Aggregazione Sociale Malpighi svolge un ruolo importante in un punto nevralgico della città, ed è intenzione mia e della Giunta valorizzarne il ruolo in un rapporto di leale collaborazione tra tutti”. 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

5.00