Prima Pagina | Puntodivista | I POSTI DI LAVORO ANDREBBERO DIFESI E NON RIMPIANTI

I POSTI DI LAVORO ANDREBBERO DIFESI E NON RIMPIANTI

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
I POSTI DI LAVORO ANDREBBERO DIFESI E NON RIMPIANTI


Centocinque (105 !!) amministrazioni comunali e non una che abbia denunciato lo sfruttamento increscioso dei contratti a 5 mesi reiterati per metà del personale a fronte di un affidamento del servizio ventennale, PRIMA del licenziamento; eppure SEI Toscana è operativa da fine 2013, ovvero da quasi 5 anni.
Troppo comodo scaricare tutte le colpe sul decreto dignità; magari per qualche amministrazione di centrodestra questo tipo precariato andrà anche bene, ma per i comuni amministrati dal centrosinistra è una vergogna che nessuno abbia mai sollevato una obiezione (ed è interessante andare a vedere chi proponeva le nomine nel CdA per la parte pubblica).
E' altresì grave che l'ATO, che dovrebbe tutelare gli interessi dei Comuni, o non si sia mai accorto di niente, o abbia fatto finta di non vedere, o non abbia ravvisato la gravità della situazione; il sindaco presidente dell'Assemblea dovrebbe trarne le debite conclusioni e agire di conseguenza

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0