Prima Pagina | Cronaca | Si è tuffato ed è morto a 21 anni nell'Archiano

Si è tuffato ed è morto a 21 anni nell'Archiano

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Si è tuffato ed è morto a 21 anni nell'Archiano

A piè del Casentino traversa un'acqua c'ha nome l'Archiano, che sovra l'Ermo nasce in Apennino. (Dante Alighieri)

Alla cascata, chiamano il punto quelli del paese, ha perso la vita Danso Adama: uno dei ragazzi migranti ospitati da un centro di accoglienza di Partina. Si era tuffato dopo le 17 insieme ad alcuni amici. 

"Si è tuffato e non è riemerso": era stato l'allarme dato dagli stessi ragazzi e poi da alcuni residenti al 118 e ai vigili del fuoco. Per sbloccare la situazione ci sono voluti i sommozzatori, chiamati addirittura da Livorno. Sono arrivati sul posto poco dopo le 21 e con i loro mezzi e la loro esperienza sono riusciti a riportare su il corpo del ragazzo.

Gli amici di Danso sono rimasti per ore su quello scoglio, poco sopra il punto del tuffo, fino al ritrovamento del corpo.

Fuggire da posti lontani, fuggire dalla paura, dal terrore, dalla violenza come testimoniato da una delle foto pubblicate dal ragazzo nel suo profilo sui social, per venire ad affogare in una pozzanghera in uno dei corsi piu' dolci della verde vallata casentinese.

Anche lo scrivente conosce bene quel posto: acqua bassa e poco profonda, poco piu' di una grande pozza. Anche i ragazzini vengono d'estate a fare il bagno qui, perchè nessuno lo ha mai considerato un posto pericoloso. Eppure è successo. 

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0