Prima Pagina | Politica società diritti | Un ufficio “viaggiante” per la polizia locale

Un ufficio “viaggiante” per la polizia locale

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Un ufficio “viaggiante” per la polizia locale

 

 

Presentato presso la sede della polizia locale di via Setteponti da parte del sindaco Alessandro Ghinelli e del comandante Cino Augusto Cecchini il nuovo ufficio mobile a disposizione degli agenti e destinato al servizio di rilevamento degli incidenti stradali. Un vero e proprio ufficio “viaggiante”, dotato di scrivania e di tutti gli strumenti necessari all’accertamento dei sinistri, dai segnali di pericolo temporaneo da posizionare sulla carreggiata all’etilometro.

Il sindaco Alessandro Ghinelli: “la polizia locale si confronta purtroppo quotidianamente con la realtà degli incidenti stradali per cui gli agenti necessitavano di un nuovo mezzo che consentisse di intervenire, in sicurezza, in modo celere ed efficiente. Il vecchio furgone non va in pensione ma sarà utilizzato per il trasporto del nucleo cinofilo. L'intera polizia locale è ovviamente impegnata a far sì che sulle nostre strade gli incidenti diminuiscano e questo è un aspetto che conferma come essa sia una presenza capillare di controllo del territorio e punto di riferimento per i cittadini”.

Soddisfatto il comandante Cino Augusto Cecchini: “parliamo di un furgone ben attrezzato, a disposizione di una pattuglia composta da una coppia di vigili, operativo sui tre turni dalle 7 all’una di notte, 7 giorni su sette e in grado di consentire al corpo di polizia locale di proseguire sulla strada dell’efficienza e della capacità operativa di fronte a una fattispecie, come gli incidenti stradali, che ci vede in prima linea, tutto l’anno, per l’intero territorio del Comune di Arezzo. Il furgone non sarà utilizzato solo per l’intervento immediato in caso di sinistro ma anche per le indagini successive sulle cause dello stesso, fino a poter ospitare un testimone che renda la sua versione dei fatti”.

I numeri sugli incidenti vedono nel 2017 una diminuzione del 10% rispetto al 2016. Restano 800 i sinistri rilevati nello scorso anno, di cui 10 mortali. Il più frequente è l’urto laterale.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

5.00