Prima Pagina | Comunicati stampa | Si è laureata oggi ad Arezzo in Scienze dell'educazione Ilaria Bidini, la studentessa che si batte da anni contro i pregiudizi sulla disabilità

Si è laureata oggi ad Arezzo in Scienze dell'educazione Ilaria Bidini, la studentessa che si batte da anni contro i pregiudizi sulla disabilità

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Si è laureata oggi ad Arezzo in Scienze dell'educazione Ilaria Bidini, la studentessa che si batte da anni contro i pregiudizi sulla disabilità

Ha discusso una tesi sul ruolo dell'educazione nella lotta al bullismo, relatrice la professoressa Fabbri Le congratulazioni del Presidente della Repubblica Mattarella che nei mesi scorsi l'aveva insignita del titolo di Cavaliere per il suo impegno

 

Con una tesi sul bullismo e il ruolo dell'educazione per sconfiggere questo fenomeno la studentessa Ilaria Bidini si è laureata oggi ad Arezzo in Scienze dell'educazione e della formazione, presso il Dipartimento dell'Università di Siena. Relatrice della tesi è stata la professoressa Loretta Fabbri, direttrice del Dipartimento. 
Affetta da una patologia invalidante, Ilaria si batte da anni per i diritti dei disabili, contro i pregiudizi e gli stereotipi sulla disabilità, e contro il bullismo e la violenza in Rete. Per questo suo impegno nei mesi scorsi è stata nominata Cavaliere dell'Ordine al merito della Repubblica dal presidente Sergio Mattarella, che ieri le ha inviato un messaggio di auguri e congratulazioni.
Ilaria ha ringraziato il presidente per le sue parole di incoraggiamento e la professoressa Fabbri per averla seguita con tanta attenzione durante la preparazione della tesi, ricordando le difficoltà e la tentazione di abbandonare tutto, convinta che non si sarebbe più laureata e che tutto il suo lottare fosse inutile. 
"Nel suo lavoro - spiega la professoressa Loretta Fabbri - Ilaria Bidini dà indicazioni metodologiche per la scuola - ambiente privilegiato per combattere il bullismo -, raccoglie testimonianze ed elogia il principio esistenziale della lotta e della speranza invitando le vittime a non arrendersi mai. Un lavoro denso di emozioni, sentimenti e passioni".
“E’ un traguardo importante quello raggiunto oggi da Ilaria – ha detto il rettore dell’Ateneo Francesco Frati – . Le auguro di realizzare i propri progetti professionali e di continuare a impegnarsi per quei valori fondamentali di cui da tempo è una grande testimone”.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0