Prima Pagina | Politica società diritti | Tre milioni di investimenti: Saione, San Donato e Pescaiola cambiano aspetto. Nuove telecamere e illuminazione pubblica

Tre milioni di investimenti: Saione, San Donato e Pescaiola cambiano aspetto. Nuove telecamere e illuminazione pubblica

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Tre milioni di investimenti: Saione, San Donato e Pescaiola cambiano aspetto. Nuove telecamere e illuminazione pubblica

 

Tre grandi quartieri cittadini: Saione, Pescaiola e la zona di San Donato. Tre milioni di investimenti. Tre progetti per il rifacimento della pubblica illuminazione e un quarto relativo a nuova infrastruttura in fibra ottica per l’incremento del sistema di videosorveglianza.

“L'impegno dell'amministrazione comunale sul tema sicurezza – ha sottolineato il sindaco Alessandro Ghinelli – è massimo dall'inizio del mandato. Manifestiamo attenzione verso i quartieri più problematici ma non dimentichiamo per questo gli altri. Il progetto che presentiamo, articolato in 4 lotti di lavori, è frutto di un'operazione che verrà coordinata con il Comitato per l'ordine e la sicurezza. I risultati si vedono, basti pensare a quelli conseguiti dalla polizia locale, e questo nonostante emerga, a volte, una scarsa attenzione di alcuni verso la cosa pubblica. Un aspetto che necessita di una riflessione anche culturale”.

Il vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini: “sono le prime gare del Piano di riqualificazione urbana e sicurezza delle periferie redatto dall’amministrazione e che sta entrando nel vivo. I quattro bandi saranno pubblicati a luglio, inizio dei lavori previsto in autunno”.

Il primo lotto riguarda l’area compresa tra Campo di Marte e viale Dante passando per il Pionta. E ancora piazza Saione e la zona di San Donato. Vi saranno sostituiti 574 luci esistenti con altrettante a tecnologia led e 390 pali di sostegno ormai vetusti, alcuni dei quali riposizionati per non intralciare la percorrenza dei marciapiedi.

Il secondo lotto riguarda un’area individuata tra la ferrovia e piazza Saione e dalla stazione al parco Arno e prevede la sostituzione di 384 lampioni con altrettanti a tecnologia led e di 281 pali di sostegno ormai vetusti, alcuni dei quali riposizionati per non intralciare la percorrenza dei marciapiedi.

Con il terzo lotto, l’area che va dall’ospedale San Donato fino a viale Salvemini, via Gianbattista Vico e via Pisacane, il Comune di Arezzo provvederà a sostituire 385 lampioni con altrettanti a tecnologia led e 137 pali di sostegno ormai vetusti sempre riposizionandone alcuni per non intralciare la percorrenza dei marciapiedi.

E veniamo all’implementazione del sistema di videosorveglianza e al potenziamento dell’infrastruttura in fibra ottica. Con il quarto lotto di lavori è prevista, nelle tre zone cittadine sopra richiamate, l’installazione di nuove telecamere a infrarossi per la visione notturna, alcune adatte alla rilevazione e lettura delle targhe dei veicoli. Le nuove saranno collegate a quelle esistenti, anche grazie all’estensione della rete in fibra, interfacciabili con il software installato dall’amministrazione comunale e garantiranno un’acquisizione in tempo reale di immagini e filmati non solo da parte della polizia locale ma anche di polizia e carabinieri.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0