Prima Pagina | Arte e cultura | Giorgio Vasari tra Venezia e Arezzo. La Speranza e altre storie dal Soffitto del Palazzo Corner-Spinelli

Giorgio Vasari tra Venezia e Arezzo. La Speranza e altre storie dal Soffitto del Palazzo Corner-Spinelli

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Giorgio Vasari tra Venezia e Arezzo. La Speranza e altre storie dal Soffitto del Palazzo Corner-Spinelli

Importante esposizione ad Arezzo. Museo di Casa Vasari Fino al 09 Settembre 2018 A cura di Rossella Cavigli, Giulio Manieri Elia, Rossella Sileno

 

E’ stato finalmente ricostituito ed è ora visibile al pubblico nel Museo di Casa Vasari, lo  scomparto formato dalla tavola con la figura della Speranza - acquistata nell’ottobre del 2017 dallo stato per le Gallerie dell’Accademia di Venezia, grazie al contributo di 400 mila euro di Venetian Heritage e Venice in Peril - e dal Suicidio di Giuda, appartenente alle collezioni aretine di Casa Vasari dal 1980.

L’ esposizione ricostruisce un momento di particolare rilievo per la storia dell’arte, dal momento che  il soffitto vasariano è la dimostrazione visiva di quanto la Maniera toscana e in generale centroitaliana, abbia rappresentato un momento essenziale dell’influenza che questa tendenza  artistica ebbe sulla pittura veneziana del Cinquecento.

I due dipinti infatti facevano parte del soffitto a cassettoni, composto da nove comparti eseguito dal maestro aretino durante il suo breve soggiorno veneziano per Giovanni Corner, l’abilissimo diplomatico veneziano (1533 – 1583) quando questi divenne proprietario del palazzo che fece ristrutturare all’architetto Michele Sanmicheli, colui grazie al quale Vasari, nel 1541, al momento dl suo arrivo nella città lagunare, potè ottenere la commissione di alcuni dipinti destinati al soffitto di una sala del palazzo stesso.

E’ lo stesso Vasari a raccontarcelo nelle Ricordanze: «adi otto di aprile 1542 il Magnifico Messer Giovannj Cornaro mi alloga per ordine di Messer Michele da San Michele, un palcho o soffitto di legniame a dipingere a oljo con nove quadri grandi». I riquadri dipinti raffiguravano cinque Virtù con la Carità al centro e Putti con tabelle posti agli angoli: «in uno di mezzo la Carità, in quattro quadri la Fede, la Speranza e la Giustizia e la Pazienza e di più 4 quadri drentovi quatro putti né canti».

Alla fine del Settecento tale soffitto fu smontato e i comparti andarono ad arricchire il mercato antiquariale internazionale per poi essere acquistati dallo Stato a partire dal 1987. Le travagliate vicende dell’intero Soffitto Corner-Spinelli sono ricostruite grazie un supporto didattico integrato da un suggestivo video che consente altresì al visitatore d'immergersi nella sua complessa iconografia. L’opera ricongiunta ed ora esposta, si collega strettamente alla casa dello storico aretino, dal momento che il Soffitto Corner-Spinelli è molto vicino per tipologia e stile ai soffitti dipinti nell’abitazione del Vasari, da lui ideati e realizzati appena sei anni dopo il suo soggiorno in Laguna.


Nell'occasione il Museo Aziendale Gori&Zucchi - Uno A Erre di Arezzo partecipa all'evento con una sezione dedicata all'oreficeria della seconda metà del Novecento, ispirata ai gioielli del Rinascimento.

L’evento, oltre ad avere il sostegno di alcuni sponsor, è stato in parte realizzato grazie a finanziamenti erogati per mezzo dell’Art Bonus, lo strumento del Ministero dei  Beni e delle Attività Culturali e del Turismo che a partire dal 2014 facilita il mecenatismo dei privati a favore del patrimonio culturale, attraverso l’introduzione di un credito d'imposta per le erogazioni liberali in denaro a sostegno della cultura e dello spettacolo, garantendo così – tra l’altro – il sostegno degli istituti e dei luoghi della cultura di appartenenza pubblica, come nel caso del Museo di Casa Vasari, uno dei 49 luoghi della cultura assegnati al Polo Museale della Toscana.

Enti promotori:

  • MiBACT - Polo Museale della Toscana
  • Gallerie dell’Accademia di Venezia

Costo del biglietto: Intero € 5, ridotto € 2,50. Museo di Casa Vasari + Basilica di San Francesco e mostra + Museo Archeologico Nazionale: intero € 16, ridotto € 10,50. Museo di Casa Vasari + Basilica di San Francesco + Museo Archeologico Nazionale: intero € 13, ridotto € 7,50

Telefono per informazioni: +39.0575.354449

Sito ufficiale: http://www.giorgiovasari-ticketoffice.it

Orario: da lunedì a sabato dalle 8:30 alle 19:30, domenica dalle 8:30 alle 13:30. Chiuso il martedì

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0