Prima Pagina | L'opinione | Chi porta la ghigliottina in piazza, ci mette sempre prima o poi la testa dentro!

Chi porta la ghigliottina in piazza, ci mette sempre prima o poi la testa dentro!

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Chi porta la ghigliottina in piazza, ci mette sempre prima o poi la testa dentro!

La premessa doverosa, è che tutti sono innocenti fino all'ultimo grado di giudizio. Non rinuncio per convenienza politica a questo principio. Non vi rinuncio nonostante Davigo, nonostante Bonafede, nonostante Travaglio, nonostante Conte, nonostante Di Maio.

 

Nonostante il diritto ad essere considerati innocenti, almeno una riflessione "politica" la possiamo fare.

Il costruttore e palazzinaro Luca Parnasi avrebbe sostenuto economicamente la campagna elettorale di Roberta Lombardi per la presidenza della Regione Lazio su richiesta di Marcello De Vito e Paolo Ferrara, che già all'epoca ricoprivano ruoli di spicco nell'amministrazione capitolina.

Mi sovvien colui che fu crocifisso dal FQ per un contributo da un produttore di birra, il quale fu poi ritrovato, in non mi ricordo piu’ in quale evento, a vendere la birra.

La lezione è che la politica - e dunque la democrazia - specie in tempo di elezioni, richiede ingenti somme di denaro. La scelta di farsi propaganda grazie al mantra che la politica si può fare anche a costo zero, finisce però poi per consegnare gli stessi partiti agli sponsor, ed in ultimo ai palazzinari.

Se è vero che nessuno dà nulla per nulla, se un imprenditore come Luca Parnasi decide di finanziare la campagna elettorale della Lombardi è perché si aspetta poi qualcosa dalla stessa esponente o da chi ha caldeggiato quel sostegno, De Vito o Ferrara che sia. E non si aspetta semplicemente di poter vendere la birra alla sagra del centurione.

Nulla di illegale sia chiaro, ma col tempo quel legame può trasformarsi in qualcos'altro. E che ne siano protagonisti gli stessi che in passato avevano rimproverato alle precedenti amministrazioni gli eccessivi legami con i "palazzinari" fa riflettere. E davvero è il caso di fare una battaglia contro i finanziamenti pubblici, arrivando anche a tagliarsi gli stipendi, se poi si chiedono ai privati finanziamenti doppi rispetto a quanto si è rinunciato? A quale costo finale per la collettività?

Ma c’è molto di piu’. La giunta capitolina è stata crocifissa per la fuga delle intercettezioni dagli uffici della procura. Una bastonatura durissima per chi difendeva a spada tratta il diritto, invocato soprattutto da Travaglio, di poter massacrare chi vuole anche senza processo, anche senza possibilità di difesa, inaudita altera parte, solo pubblicando veline che dovrebbero essere riservate, senza attendere il giudizio di un tribunale ma con processi mediatici sulle pubbliche piazze al grido “il popolo lo vuole”.  

Questo diritto divino al processo mediatico, era addirittura inserito nel contratto, che imponeva di non porre limiti alle intercettazioni, salvo poi trattenere ed intimidire i giornalisti che a Bolzano si interessavano dei fondi della Lega, o maledicendo coloro che avevano pubblicato le intercettazioni di Roma senza attendere manco un controesame del GIP. 

Il problema dei movimenti nuovi è che sono permeabili a qualunque infiltrazione. Se quelli storici han maturato al proprio interno incrostazioni di potere, i neonati sono facile preda di spregiudicati intrallazzoni. 

E finisce così in una cloaca, la strana iperbole di coloro che han preteso le dimissioni del sindaco a causa degli scontrini o delle multe alla Panda.  

In meno di 24 mesi: il sindaco Raggi rinviato a giudizio per falso ideologico, l'ex braccio destro Marra arrestato per corruzione,l'uomo forte in Consiglio comunale Ferrara (presidente) indagato, l'uomo forte di Casaleggio e di Grillo e presidente di Acea, quel Lanzalone che avrebbe probabilmente nominato il presidente di Cassa Depositi e Prestiti... arrestato! 

Chi porta la ghigliottina in piazza, ci mette sempre prima o poi la testa dentro!

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0