Prima Pagina | Cronaca | Muore per la Kreutzfeld-Jacob, ma le mucche non c’entrano nulla.

Muore per la Kreutzfeld-Jacob, ma le mucche non c’entrano nulla.

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Muore per la Kreutzfeld-Jacob, ma le mucche non c’entrano nulla.

La morte di Antonio Barbagli, noto dirigente sportivo della pallavolo aretina, porto a causa del morbo di Kreutzfeld-Jacob, ma in questo caso le mucche non c’entrano nulla.

 

 

 

Non si tratta infatti di una malattia trasmessa dal mondo animale, ma si tratta di un morbo molto raro, non contagioso, e che appartiene solo all’uomo.

Attualmente il corpo si trova all’ospedale San Donato dove è stato effettuato il prelievo dei campioni inviati al centro specializzato di Roma per gli indispensabili riscontri. Sarà anche effettuata l’autopsia, probabilmente domani.

Martedì i funerali. Alla famiglia si stringe oggi il mondo della pallavolo

 

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0