Prima Pagina | Economia e lavoro | Bolletta energetica più bassa e miglior tutela dell’ambiente: Estra mette 6 milioni di euro a disposizione delle imprese

Bolletta energetica più bassa e miglior tutela dell’ambiente: Estra mette 6 milioni di euro a disposizione delle imprese

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Bolletta energetica più bassa e miglior tutela dell’ambiente: Estra mette 6 milioni di euro a disposizione delle imprese

Presentato da Confindustria ed Estra il bando “Call for Energy Saving”

 

Ridurre i consumi di energia e contenere le emissioni inquinanti. Quindi risparmi in bolletta e difesa dell’ambiente. Per le imprese disponibili a darsi questi obiettivi, Estra mette sul tavolo 6 milioni di euro. Confindustria ed Estra hanno presentato, questo pomeriggio nella sede aretina dell’associazione, il bando “Call for Energy Saving”, destinato a  finanziare interventi di efficientamento energetico attraverso la formula E.S.Co – Energy Saving Company. Questa prevede di sostenere interamente gli interventi e di rientrare dell’investimento grazie al risparmio energetico generato dallo stesso intervento.

"Questo progetto s'inserisce perfettamente nella strategia di Confindustria di garantire alle aziende e al tessuto economico di recuperare i necessari tassi di competitività - ha commentato Antonio Capone, Direttore generale di Confindustria Toscana Sud. Il risparmio nella bolletta energetica e la disponibilità di risorse per investimenti, in modo particolare nell'innovazione energetica, sono fondamentali per le nostre imprese".

"Con questa iniziativa - ha aggiunto il Presidente di Estra, Francesco Macrì, presente all'iniziativa con quello di Coingas, Sergio Staderini - confermiamo alcuni elementi del Dna di Estra: radicamento territoriale e quindi rapporti organici con le imprese, risparmio energetico e quindi innovazione, riduzione delle emissioni e quindi tutela dell'ambiente. Con “Call for Energy Saving”, Estra si "sostituisce" alle imprese mettendo a loro disposizione 6 milioni di euro, anticipando gli investimenti per la modernizzazione e l'efficientamento energetico dei loro impianti".

Destinatarie del progetto sono le imprese della Toscana e delle Marche che operano nell’industria e nel terziario. Molti gli interventi previsti. E le ha ricordati il Direttore generale di Estra Clima, Riccardo Matteini: "intanto le sostituzioni che potranno interessare i generatori di vapore, quelli di calore per la produzione di acqua calda, i chiller per la produzione di acqua refrigerata e le vecchie lampade con quelle nuove a led. Saranno poi possibili installazioni di impianti per il recupero di calore. Infine sia le sostituzioni che le installazioni di impianti di cogenerazione".

L’accesso al finanziamento? Semplice. Le imprese interessate dovranno inviare la loro candidatura via mail attraverso il sito www.impresaverde.estra.it che contiene tutte le informazioni utili oltre al regolamento e ai moduli di domanda.  Le aziende dovranno preoccuparsi di raccogliere i dati sui loro consumi “storici”, scegliere l’area di intervento e fornire indicazioni sullo stato attuale del loro impianto. La candidatura sarà valutata da un comitato e quindi ci sarà la selezione delle domande e la stipula dei contratti. Attenzione alla scadenza: la data ultima per inviare la domanda è il 15 settembre di quest’anno.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0