Prima Pagina | Puntodivista | Io e le fiere orafe di Arezzo (di Alessandro Ruzzi)

Io e le fiere orafe di Arezzo (di Alessandro Ruzzi)

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Io e le fiere orafe di Arezzo (di Alessandro Ruzzi)

Sempre in disaccordo con certi trionfalistici media locali.



Ma non stavolta. “La nazione”  ha scritto c’è il pareggio con il 2017 e forse qualcosina in più. Un indicatore: i bar. Gli incassi sono superiori, più scontrini battuti e più prodotti smerciati. Teletruria ha parlato con tre (sì, 3 su oltre 600) espositori e il servizio viene introdotto con un Soddisfatte le aziende per questa edizione di OroArezzo. Si è visto maggior movimento e maggiori sono stati contatti con buyers stranieri provenienti da mercati diversi quelli consueti..
Potevo io, modesto dilettante, non condurre il mio personale sondaggio a copia di quelli professionali sopra richiamati? Ed oggi eccomi in fiera, all'esame dell'affollamento dei cessi quale aruspice dell'andamento degli affari fieristici. 
Il primo cesso l'ho trovato deserto: bene, gli operatori sono così impegnati da non avere neanche il tempo di andare in bagno. 
Il secondo l'ho invece trovato affollato: bene, tanta gente in fiera, ottimi affari. 
In più una inserviente mi ha detto di aver piazzato quantità incalcolabili di rotoli di carta igienica, a conferma che molto  in città è rimasto.
Poi mi sono tolto il cappello da giullare ed ho girellato fra gli stand. Moltissime facce note e care, tanti saluti, molti scambi: i 25 anni passati nel settore rappresentano un periodo centrale della mia vita. Con molti degli operatori presenti ha avuto rapporti di affari, di vicinanza, di esperienze comuni o di scazzi. Da qualcuno ho imparato, ad altri ho insegnato, ci ho mangiato lontano da Arezzo o volato assieme o passato una dogana o guardato la valigia a vicenda mentre si era al bagno di qualche “building”.
Quindi quando vedo poca gente ad esaminare i campionari negli stand le parole trionfalistiche dei media o degli organizzatori ritrovano la corretta proporzione. Compratori (o presunti tali) molti, questo lo riconoscono tutti, ma non per tutti. Tante selezioni di campioni, ma tutti attendono la trasformazione di queste scelte in volumi. Perchè i volumi, le ripetizioni degli articoli, mancano. Volumi che non sono i 50 per tipo, ma bastano i 10 per tipo. Tutti i fabbricanti hanno sviluppato molti modelli, fare una campionatura da 1x significa rimettere, farne 3x vuole dire pareggio, con 10x si guadagna. Nell'oro a 35 euri al grammo sotto talune quantità di multipli conviene tenerlo in cassaforte, nell'argento il salto lo fai sopra i 25-30 pezzi dello stesso modello.
Molte le facce straniere note, e se sono note a me che da 10 anni non viaggio più, sono clienti noti a tutti, posti battuti dove ogni vendita è battaglia. 
Un espositore mi ha detto: e lascia stare il nipote di Putin, ma chi è, ma chi l'ha visto.
L'espositore turco alla prima fiera di Arezzo con cui ho parlato era contento, forse i miei ex colleghi non saranno contenti di farsi la pappa pei coglioni
Certo va bene alla associazione commercianti, ma agli operai aretini non andrà giù.
Per come giudico l'ambiente la fiera ha raggiunto un livello adeguato, ma a livello di infrastrutture e servizi però la crescita si è fermata, invece di parlare di ampliamenti si correggano gli orrori: i cessi nel padiglione centrale restano inguardabili, il parcheggio nell'erba del campo scuola richiede le scarpe di ricambio, se piove sono obbligatori i sciantilli (e la barca se vai verso la Lebole), i prezzi dei bar sono definiti troppo elevati.
Inoltre sentivo molto parlare vicentino, significa che gli aretini part-time sono stati trombati?
Come al solito un abbraccio agli orafi aretini e vicentini (che conosco e non sono pochi): che trovino la strada per diversificare e produrre margine in un settore che, purtroppo, mi pare destinato a soffrire ancora (coll'Au a 35€ e l'Ag a 50c, basta poco per andare a prezzi irragionevoli, da blocco dei prodotti..).

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0