Prima Pagina | Politica società diritti | Perche' si festeggia il 25 aprile? - Associazione Culturale del Bangladesh

Perche' si festeggia il 25 aprile? - Associazione Culturale del Bangladesh

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Perche' si festeggia il 25 aprile? - Associazione Culturale del Bangladesh

L'Associazione Culturale del Bangladesh rinnova il suo impegno nel trasmettere agli ospiti del proprio progetto d'accoglienza il valore dell'etica civile che ha ispirato la nascita della democrazia nel nostro Paese nel Secondo dopoguerra con un incontro, che si è tenuto venerdì scorso nei locali dell'Associazione, intitolato Perché si fa Festa il 25 Aprile?, incentrato sulla storia della Resistenza italiana e il significato della sua memoria.

L'incontro si inserisce nel progetto formativo mirato che ACB realizza attraverso la scuola di italiano, in collaborazione con realtà ed esperti esterni, concretizzandolo in attività volte a favorire l’integrazione e l’inclusione dei richiedenti asilo nel tessuto sociale locale e italiano.

Docente della lezione sulla Liberazione è stata, come l'anno scorso, Renata Badii, Dottore di ricerca in Filosofia politica e presidente dell'associazione culturale Milgram di Torino, che si occupa di divulgazione scientifica nell'ambito della Filosofia e delle Scienze sociali.

La lezione è stata propedeutica alla partecipazione degli ospiti del progetto dell'Associazione Culturale del Bangladesh alla festa della Liberazione che sarà mercoledì prossimo, 25 aprile, a Villa Severi, ad Arezzo, al Centro Giovani Onda d’Urto.

Orgogliosi è il nome scelto per la festa, organizzata dall’Associazione Culturale Pepe Mujica, in collaborazione con Associazione Culturale del Bangladesh, Arci Arezzo, Chimera Arcobaleno-Arcigay Arezzo, Karemaski MultiArtLab e il Centro Giovani Onda d’Urto; la giornata prevede come evento principale una tavola rotonda per discutere del valore delle resistenze attuali con chi ne è testimone contemporaneo, ovvero educatori, scrittori e attivisti: gli ospiti che interverranno sono Antar Marincola, Fulvio Colucci, Veronica Vasarri e Barry Amadou.

Il programma della giornata prevede inoltre un pranzo sociale, uno spettacolo di burattini (Teatro dell’aggeggio) per i bambini, e per finire, dei d.j. set nel pomeriggio.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0