Prima Pagina | Politica società diritti | Fratelli d'Italia. L'ospizio degli orrori in Casentino. Lucacci: rescindere il contratto andava fatto prima, vi sono responsabilita' politiche per I mancati controlli.

Fratelli d'Italia. L'ospizio degli orrori in Casentino. Lucacci: rescindere il contratto andava fatto prima, vi sono responsabilita' politiche per I mancati controlli.

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Fratelli d'Italia. L'ospizio degli orrori in Casentino. Lucacci: rescindere il contratto andava fatto prima, vi sono responsabilita' politiche per I mancati controlli.

 

Fratelli d'Italia, il Presidente provinciale Lucacci prende atto della volonta' dell'assessore Ducci a rescindere il contratto con la cooperativa che gestisce l'ospizio degli orrori, pur con delle riflessioni: "se non si dimostra che i responsabili della cooperativa sapevano cosa stesse accadendo nella struttura e non si sono attivati, il comune rischia una causa: forse serve a poco rescindere adesso, anche se e' evidente che ci siano state gravi omissioni nei controlli. Rilevo che cosi' pero' la scontano anche i lavoratori della cooperativa che hanno lavorato bene e hanno denunciato quanto accadeva" Continua Lucacci "Dall'articolo della Nazione di oggi emerge che le voci intorno ai fatti gravissimi che si verificavano, girassero da tempo, dunque chi aveva affidato il servizio a questa cooperativa, avrebbero dovuto attivarsi prima, invece di lanciarsi solo adesso in una rescissione del contratto che sembra piu' una corsa tardiva a riparare il danno di immagine di chi avrebbe dovuto controllare".

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0