Prima Pagina | Politica società diritti | Albano Ricci: "Con Piero Fassino per continuare la discussione sul futuro del PD"

Albano Ricci: "Con Piero Fassino per continuare la discussione sul futuro del PD"

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Albano Ricci: "Con Piero Fassino per continuare la discussione sul futuro del PD"

 

Sarà Piero Fassino l'ospite dell'assemblea provinciale del Partito Democratico che si terrà domani alle 18 nella sede di Piazza Sant'Agostino. «Per noi è davvero un grande onore poter ospitare l'ex segretario dei Democratici di Sinistra e fondatore del Partito Democratico» spiega il segretario provinciale Albano Ricci.

«In questo importante passaggio, fondamentale per dare forma al partito del futuro, la presenza di un esponente di spicco come Fassino sarà importante per proseguire la discussione all'interno dell'assemblea provinciale già iniziata dopo la sconfitta bruciante del 4 marzo» aggiunge Ricci.

«Non è più il momento delle divisioni interne, delle logiche correntizie, ma per uno sguardo serio verso i prossimi importanti appuntamenti. Già dai prossimi mesi ci saranno dei passaggi elettorali nella nostra provincia e poi le elezioni europee del 2019 nelle quali il Pd si dovrà presentare come guida di una nuova sfida continentale» aggiunge Ricci.

«Nell'assemblea di domani affronteremo un dialogo aperto e diretto sulla questione politica nazionale, sul ruolo del Partito Democratico in questo incerto periodo politico in cui Lega e Movimento 5 Stelle stanno tenendo in ostaggio il paese solamente per logiche di carattere puramente strategico» spiega Ricci. «Sarà anche un momento importante per discutere sul futuro del nostro partito in vista dell'assemblea nazionale, un appuntamento fondamentale per comprendere su quali basi sarà costruito il PD dei prossimi anni. E' necessario approfittare di questo periodo che ci vede come forza alternativa per comprendere i motivi che hanno visto premiare proposte diverse dalle nostre. Ci sono segnali di insofferenza che ci richiamano alla responsabilità di dover rispondere ai bisogni chiari che l'elettorato ha espresso con il voto del 4 marzo» conclude Ricci.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0