Prima Pagina | Lo Sport | Arezzo, Giulia Martinengo è Campionessa Italiana per la seconda volta

Arezzo, Giulia Martinengo è Campionessa Italiana per la seconda volta

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Arezzo, Giulia Martinengo è Campionessa Italiana per la seconda volta

Argento a Michael Cristofoletti. Bronzo per Emilio Bicocchi. Ecco i primi tre azzurri per lo CSIO di Roma - Piazza di Siena

 

Giulia Martinengo Marquet è la Campionessa Italiana di salto ostacoli 2018. La storia si ripete e l’amazzone friulana ha messo al collo ieri, sabato 14 aprile sul campo Dante dell’Arezzo Equestrian Centre, la sua seconda medaglia d’oro ai Campionati Italiani Assoluti di salto ostacoli.

Il 1° aviere scelto in sella a Verdine Sz è stata l’unica, dei 54 binomi alla partenza, a mettere a segno un doppio percorso netto nella seconda e ultima prova (a due percorsi, h. 160). Martinengo ha chiuso il suo campionato con un 2,60 punti di penalità. Dall’ottava posizione dopo la prima prova di venerdì 13, l’amazzone friulana è riuscita a scalare la vetta della classifica e salire sul primo gradino del podio italiano.

La medaglia d’argento è andata al giovane Michael Cristofolettiin sella a Belony. Un ottimo Campionato per il cavaliere lombardo che è riuscito a mantenere la seconda posizione conquistata dopo la prima giornata di gara e a chiudere con un totale di 8.22 punti di penalità.

Medaglia di bronzo per un altro rappresentante del Centro Sportivo dell’Aeronautica Militare. Si tratta del 1° aviere scelto Emilio Bicocchi su Call Me (10 penalità totali). il cavaliere toscano ha confermato l'ottimo stato di forma in sella al qualitativo holsteiner di undici anni.

Grandissima soddisfazione per i tre azzurri che, secondo quanto previsto dal programma del Dipartimento salto ostacoli, sono anche i primi tre cavalieri italiani ad ottenere di diritto l'accesso alla prossima edizione dello CSIO di Roma – Piazza di Siena (24/27 maggio"

"E' stato fantastico – ha dichiarato Giulia Martinengo Marquet - come tutte le volte che si vince qualcosa di importante. Sono davvero felice, perché la mia cavalla ha subito uno stop di un anno nel 2016 a causa di un infortunio, ma grazie al grande lavoro svolto dallo staff veterinario guidato dal dott. Cristiano Pasquini, Verdine ha ripreso la forma perfetta e lo ha dimostrato oggi (ieri ndr). Quest’anno avevo già preso parte insieme a lei con buoni risultati al circuito di Oliva (Spagna ndr) e al Toscana Tour proprio ad Arezzo. Posso dire che la vittoria è doppia, per aver conquistato la medaglia e per la risposta di Verdine. Sono molto contenta – ha aggiunto il 1° aviere scelto – anche di essere riuscita ad ottenere sul campo il pass per Piazza di Siena. Per tutti noi italiani potere partecipare allo CSIO di Roma è molto importante. E’ un concorso unico al mondo! Sono onorata di potere rappresentare l’Italia in questa tappa fondamentale della stagione e sono pronta, come sempre, a dare il massimo”.

Giù dal podio, al quarto posto, il sei volte Campione d’Italia Roberto Arioldi in sella a Dundee vh Marienshof (13.92), mentre quinta posizione per Marco Viviani su Igor de Muze (14.16).

Con il suo risultato Giulia Martinengo, dunque, torna sul primo gradino del podio dopo la vittoria del titolo conquistata nel 2015 a Gorla Minore (allora in sella a Istafan Sissi). Prima di lei erano riuscite nell’impresa di indossare la medaglia d’oro nel Campionato Italiano Assoluto solo Manuela Bedini su Desirè di S. Benedetto nel 1994 a Bagnaia e Alessia Marioni su Maradona vd Helle nel 1998 a Modena

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0