Prima Pagina | Diritti civili | Migranti, clima e lavoro: le tre sfide all'Europa di Guido Viale

Migranti, clima e lavoro: le tre sfide all'Europa di Guido Viale

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Migranti, clima e lavoro: le tre sfide all'Europa di Guido Viale

Lunedì 16 aprile, il sociologo milanese, ospite nella sede della CGIL invitato da BancaEtica ed Associazione del Bangladesh. Alle 19,30 aperitivo multietnico.

 

Il prossimo lunedì 16 aprile torna il corso "l’Educazione critica alla finanza attraverso le Scuole Popolari di Economia", un’iniziativa dei soci e delle socie di BancaEtica e di Fondazione FinanzaEtica, che da 7 anni portano avanti questo progetto di scuola gratuita, finalizzata al libero circolo delle conoscenze economiche. La novità di quest’anno è la collaborazione con l’Associazione Culturale del Bangladesh che curerà alcuni momenti dei lavori della giornata.

Nella sala della CGIL in via Monte Cervino 24, a partire dalle 17:30 presenterà la sua lezione magistrale dal titolo “Per una Terra viva: conversione ecologica, sobrietà, consonanza”, il professor Guido Viale, volto noto delle trasmissioni di approfondimento politico e sociale, fra le firme più prestigiose per i quotidiani il Manifesto e la Repubblica, oltre che per innumerevoli riviste, leader della protesta studentesca di Torino negli anni ’60, esponente di primo piano di Lotta Continua negli anni ’70, oggi vive a Milano e si occupa di ricerche economiche, sociali e di politiche attive del lavoro in campo ambientale.

A conclusione dell'intervento del sociologo, l’Associazione Culturale del Bangladesh offrirà un aperitivo multietnico a partire dalle 19:30, sempre nella sede della CGIL, quando alle 20:30, sempre in compagnia di Guido Viale, verrà presentato il suo libro “Rifondare l'Europa insieme a profughi e migranti”. Un libro che va ad indagare le tre principali sfide che l’Europa deve affrontare: la sfida ambientale, di cui i cambiamenti climatici sono il risvolto più pericoloso; quella economica, che vuol dire reddito, lavoro, casa per tutti e meno diseguaglianze; e quella dei profughi. Profughi, non migranti; gente che preme ai confini d'Europa non solo perché alla ricerca di una vita migliore, come in parte succedeva negli scorsi decenni, ma per sfuggire a guerre, stragi, morte per fame e schiavitù. Su queste tre crisi interconnesse, Guido Viale ha finalmente dato uno sguardo alto, scientifico, senza polemiche pretestuose.

L’Associazione del Bangladesh è onorata di prendere parte all’organizzazione di questa giornata di lavori su economia, clima, integrazione ed Europa, in compagnia di una personalità della caratura di Guido Viale. Soprattutto dopo tutti gli anni di lavoro della nostra associazione, proprio su questi grandi temi.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0