Prima Pagina | Lo Sport | L'Arezzo vince un'altra battaglia: Cutolo-gol, Comunale in estasi. Il Siena perde la vetta

L'Arezzo vince un'altra battaglia: Cutolo-gol, Comunale in estasi. Il Siena perde la vetta

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
L'Arezzo vince un'altra battaglia: Cutolo-gol, Comunale in estasi. Il Siena perde la vetta

Bella cornice di pubblico per il derby. Gli ospiti partono forte, Perisan disinnesca la palla gol di Cruciani, poi Pavanel ridisegna la squadra con il 4-3-1-2 e gli equilibri cambiano. A inizio ripresa il fantasista la sblocca con un diagonale chirurgico. Di lì in avanti i bianconeri perdono lucidità e l'Arezzo conquista una vittoria da applausi

Cellini confermato in attacco in tandem con Cutolo, Semprini titolare in difesa. Pavanel schiera in campo il 3-5-2 con Moscardelli in tribuna per squalifica. Rombo a centrocampo per Mignani, che lascia fuori Guberti e Santini a vantaggio di Cruciani e Neglia. Buono il colpo d’occhio, con circa tremila spettatori sugli spalti.

Il Siena parte forte, conquista tre angoli in quattro minuti, l’ultimo per merito di Perisan, che con un riflesso da applausi nega il gol a Cruciani, alla battuta a colpo sicuro dall’interno dell’area. Gli amaranto si chiudono e soffrono perché a centrocampo l’iniziativa è bianconera. Pericolosa la ripartenza di Neglia al 20’: ammonito Benucci, poi Perisan intercetta la punizione di Cruciani. A metà frazione l’Arezzo mette la testa fuori dal guscio: Foglia calcia fuori dallo specchio su assist di Cutolo.

Merito anche del cambio modulo di Pavanel, che ridisegna la squadra a specchio con il Siena. Semprini terzino destro, Luciani a sinistra e Foglia trequartista. Perisan continua a essere un muro e dice no alla sberla di Neglia. Quando i ritmi calano un po’, l’Arezzo tira fuori fiammate pericolose. Al 36’ Cutolo si guadagna una punizione dalla distanza e poi calcia di forza. Pane la fa sua in due tempi. Il primo tempo si chiude senza gol e con un giusto pareggio.

Nell’intervallo Pavanel sostituisce Benucci con Cenetti. Al 4’, dopo una palla persa da Luciani a metà campo, ancora Perisan in grande spolvero: tuffo sulla sinistra e mano aperta per ribattere il tiro di Marotta. Sul ribaltamento di fronte, l’Arezzo la sblocca: Cutolo entra in area, se la porta sul mancino e in diagonale fredda Pane, trovando proprio l’angolo accanto al palo lontano. Ottavo gol stagionale per il numero 10.

Mignani corre subito ai ripari, facendo entrare Mahrous e Santini dalla panchina. Pavanel invece butta dentro Di Nardo per Cellini e Yebli per Lulli, che non gradisce. De Feudis e Foglia prendono due gialli per bloccare le ripartenze avversarie. A venti dalla fine ultimi cambi amaranto: Della Giovanna e Regolanti rimpiazzano Muscat e Cutolo.

Clamorosa la palla gol amaranto al 28': Luciani ruba palla a D'Ambrosio ma poi, solo davanti a Pane, non calcia e serve Regolanti che viene anticipato in extremis. Il Siena attacca ma non ha grande lucidità. Anzi, gli errori in palleggio si moltiplicano, tant’è che l’Arezzo non va mai in sofferenza e riesce a tenere il campo con il coltello tra i denti.

L’arbitro Sozza concede cinque minuti di recupero che trascorrono senza sussulti, fatta eccezione per un rinvio di piede di Perisan che carambola addosso a Marotta e termina fuori. Per gli amaranto è un’altra vittoria da lustrarsi gli occhi, conquistata con cuore, testa e l’aiuto di un pubblico in estasi. Un’altra capolista, dopo il Livorno, perde il primato al Comunale. E l’Arezzo continua a sognare una salvezza contro tutti.

 

Stadio ''Città di Arezzo'', ore 18.30.

AREZZO (3-5-2): 22 Perisan; 13 Muscat (25' st 25 Della Giovanna), 5 Varga, 30 Semprini; 16 Luciani, 8 Foglia, 18 De Feudis, 7 Lulli (16' st 6 Yebli), 21 Benucci (1' st 20 Cenetti); 11 Cellini (11' st 19 Di Nardo), 10 Cutolo (25' st 32 Regolanti).

A disposizione: 1 Ferrari, 2 Talarico, 3 Mazzarani, 14 Ferrario, 23 Criscuolo, 27 Belvisi.

Allenatore: Massimo Pavanel.

Indisponibili: 4 Sabatino, 26 Franchetti, 29 Campagna. Squalificati: Moscardelli (2). Diffidati: Lulli, Varga.

SIENA (4-3-1-2): 22 Pane; 4 Rondanini, 26 Sbraga (43' st 3 Dossena), 5 D'Ambrosio, 15 Iapichino (11' st 13 Mahrous); 27 Bulevardi (29' st 17 Cristiani), 16 Gerli, 25 Vassallo; 14 Cruciani (11' st 9 Santini); 20 Neglia (29' st 7 Emmausso), 10 Marotta.

A disposizione: 1 Rossi, 12 Crisanto, 2 Panariello, 6 Guberti, 8 Guerri, 18 Cleur, 19 Solini.

Allenatore: Michele Mignani.

ARBITRO: Simone Sozza di Seregno (Antonio Vono di Soverato - Nicola Spiniello di Avellino).

NOTE: spettatori presenti tremila circa. Ammoniti: pt 20' Benucci; st 14' De Feudis, 20' Foglia, 39' Vassallo. Angoli: 1-7. Recupero tempi: 0' e 5'

RETI: st 5' Cutolo

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

5.00