Prima Pagina | Politica società diritti | Incontri e iniziative per un mese sull'autismo. Roberto Vecchioni al Teatro Petrarca

Incontri e iniziative per un mese sull'autismo. Roberto Vecchioni al Teatro Petrarca

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Incontri e iniziative per un mese sull'autismo. Roberto Vecchioni al Teatro Petrarca

Lunedì 2 aprile è la Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo. Prima, durante e dopo: gli eventi, gli incontri, Guido Monaco in… blu

 

La Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo anche quest’anno ha il patrocinio del Comune di Arezzo “in virtù – come ha spiegato il vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini – dell'attività eccezionale svolta quotidianamente da Autismo Arezzo. Il contributo che va dato a queste persone è nel nome della normalità: abbiamo dimostrato con l'esperienza nei parchi cittadini che possono essere integrate tranquillamente nel contesto sociale, perché hanno dei talenti da valorizzare. L'argomento è delicato, il fenomeno è più diffuso di quello che si pensi e la sensibilizzazione diventa un elemento fondamentale”. 

Raffaella Macedonio vicepresidente dell’associazione Autismo Arezzo: “siamo un'associazione nata nel 2015 per tutelare le persone affette da autismo e i loro familiari. Tante battaglie sono state fatto per il sostegno scolastico, diritto al lavoro, accesso a terapie e servizi. Il 2018 ci ha visto protagonisti con una nuova sede, il rapporto con la città e le aziende sta dando risultati eccezionali, è partito il progetto 'RipuliAmo specialmente' con il Comune di Arezzo, un altro progetto è stato fatto con Confcommercio, abbiamo stipulato protocolli operativi con l'Itis. Grazie a Koinè, all'istituto di Agazzi per le disponibilità che ci offrono in nome dell'idea di fondo che è quella di investire su questi ragazzi. Abbiamo inoltre avviato un percorso che ci porterà a donare un apposito strumento diagnostico all’ambulatorio disabili odontoiatrico dell’ospedale San Donato che permetterà di aumentare l’efficacia degli interventi ai denti delle persone non collaboranti, direttamente qui senza dover andare fuori provincia. Nel prossimo mese abbiamo pensato di spalmare tante iniziative: certamente Roberto Vecchioni al Teatro Petrarca ma anche eventi e incontri. A cominciare dall’adesione all’iniziativa di carattere internazionale Light it Up Blue voluta da Autism Speaks per celebrare la giornata, che cade il 2 aprile come sancito dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 18 dicembre 2007. Sarà Guido Monaco, il monumento nell’omonima piazza, a manifestarsi rivestito per una volta non di marmo bianco ma… blu, il colore dell’autismo. La statua si presenterà infatti così illuminata”.

Il primo evento precede comunque il 2 aprile ed è lunedì 26 marzo quando è in programma la proiezione del film “Tommy e gli altri” di Gianluca Nicoletti al cinema Eden. La mattinata è riservata agli studenti mentre la sera alle 21,15 lo spettacolo è aperto a tutti.

Venerdì 6 aprile invece arriva Roberto Vecchioni per un incontro tra musica e parole al Teatro Petrarca alle 21. Uno spettacolo a sostegno delle attività dell’associazione Autismo Arezzo in collaborazione con Koinè e Officine della Cultura. Biglietti a 20, 15, 10 euro. Prevendita presso Officine della Cultura in via Trasimeno 16, al punto vendita box office presso il centro commerciale Setteponti, sul circuito www.boxofficetoscana.it od online suwww.boxol.it, il giorno dello spettacolo i biglietti saranno in vendita presso il teatro dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 21.

Domenica 8 aprile alla palestra Space alle 10 ci sarà un’iniziativa di yoga a sostegno sempre dell’associazione Autismo Arezzo presso la cui sede, in via Ticino 6/8, ancora domenica, si terrà il convegno, in collaborazione con Associazione culturale pediatri Arezzo, dal titolo Sensorialità e Autismo. Relatore Antonio Narzisi, psicologo, psicoterapeuta, ricercatore in neuroscienze, member dell’International society for autism research, svolge attività clinica e di ricerca presso la divisione di Psichiatria dello sviluppo della Fondazione Stella Maris.

Martedì 10 aprile alle 16: Autismo e talento - arte, teatro, musica. Presentazione delle opportunità di crescita attraverso le arti presso la sede di Autismo Arezzo con Pierferdinando Suvini docente di musicoterapia del Conservatorio di Ferrara e collaboratore della Fondazione Stella Maris, Marco Giusti psicologo, Silvana Repetti logopedista Usl Toscana sud est zona aretina e sperimentatore principale del progetto Kairos, Gianni Cipriani presidente dell’Associazione professionale toscana di musicoterapia dinamica Shir, Lucilla Carducci codirettrice della Scuola di formazione arteterapia di Firenze, Benedetta Piantini arteterapeuta, Maria Stigliano docente teatroterapia.

Venerdì 13 aprile alle 16: La scoperta dell’affettività a scuola. Con Silvia Rubino del coordinamento sostegni Istituto Cottolengo di Torino. Presso la sede di Autismo Arezzo in collaborazione con Scuole Cottolengo Torino.

Sabato 14 aprile alle 15: Linee guida e terapie. Con Aldina Venerosi dell’Istituto superiore di sanità, Marco Armellini direttore Neuropsichiatria di Prato, Cristina Copelli analista certificata del comportamento, Lorenzo Todone analista certificato del comportamento, Ettore Caterino responsabile autismo Usl Toscana sud est. Presso la sede di Autismo Arezzo.

Domenica 15 aprile alle 10: Uniti si vince – incontro tra le associazioni toscane per l’autismo. Presso la sede di Autismo Arezzo. 

Sabato 21 aprile: Conoscere e vivere le opportunità di sport e socialità. Alle 11 presso la sede di Autismo Arezzo e al Centro sport Chimera alle 16. Con Maria Novella Papini coordinatrice Regione Toscana e supervisore della terapia multisistemica in acqua. A Ruscello alle 20 ci sarà la cena di sostegno con amici e sostenitori di Autismo Arezzo. 

Lunedì 23 aprile presso l’Istituto tecnico industriale statale Galileo Galilei: Autismo: dall’adolescenza all’età adulta. Caratteristiche, valutazione, intervento psicoeducativo. Ruolo della famiglia e degli operatori nella transizione dall’infanzia all’età adulta. Con Flavia Caretto psicologa e psicoterapeuta dell’orientamento cognitivo comportamentale.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0