Prima Pagina | L'opinione | E' TUTTO UN TURARSI IL NASO

E' TUTTO UN TURARSI IL NASO

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
E' TUTTO UN TURARSI IL NASO

 


Ha cominciato Indro Montanelli e da allora più o meno, l'abbiamo tutti seguito.
Perché i partiti facevano pietà 40 anni fa come adesso.
Sono pochi coloro che votano un partito, una coalizione convinti di fare la cosa giusta se si escludono i candidati e i loro familiari.
Se ne è accorto anche il Presidente Mattarella, non sempre accorto, che prima del voto ha invitato tutti gli italiani a recarsi alle urne.
 
Ma per fare che cosa?
Milioni di cittadini sono andati al seggio, facendo pure la fila, sono poi usciti e sembravano storditi, senza entusiasmo, rassegnati.
Il 5 marzo hanno acceso la televisione, curiosi dell risultato, scoprendo che non aveva vinto praticamente nessuno.
Governo niente.
...perché sai la Consulta, il porcellum, l'italicum, il rosatellum, il rosatellum bis ecc. ecc.
Strano che non si siano incazzati di brutto, dicendo che la prossima volta ci vada Mattarella a votare, e ancor più strano magari che la prossima volta ci ritornino.
 
Turandosi il naso ovviamente ed alimentando questa ridicola giostra manovrata da questi pagliacci incapaci di tutto.
Turiamoci il naso pure noi, perché ora servirà, come alcuni anni fa servì agli argentini per sopportare il default. 
 
 
  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0