Prima Pagina | Puntodivista | DOPO L'8 MARZO

DOPO L'8 MARZO

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
DOPO L'8 MARZO

Da più di cento anni l'8 marzo si celebra la festa della donna.

 

Dal 1909 fortunatamente le cose sono cambiate e le donne hanno vinto molte battaglie, tutte giuste.
Quest'anno il tema principale della manifestazione era sostanzialmente il no alla violenza sulle donne.
Anche questa battaglia è più che giusta e spero venga vinta, come si può sostenere il contrario.
Lo stupro è uno schifo, come l'omicidio il sequestro di persona, la rapina e viene severamente punito dal codice penale.
 
Meno giuste invece sono le quote rosa, che per legge impongono la parità di genere in politica e in altri campi.
Ancora meno giuste sono le disposizioni regolamentari dei ministeri che prevedono, per esempio nelle forze dell'ordine e nelle forze armate, prove di accesso fisiche più facili per le donne.
Cioè se l'uomo al salto in alto deve saltare almeno 1 metro e venti, per la donna è sufficiente che superi 1 metro.
La stessa differenza la troviamo su tutte le prove.
 
E se nelle forze dell'ordine, quando c'è la necessità per ordine pubblico di procedere ad una carica, anche le donne si devono trovare in prima fila.
 
Proprio per la parità di genere.
  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0