Prima Pagina | Eventi | Luca Provenzani in concerto per “Musica al San Donato” con un viaggio nel repertorio per violoncello solo nel Novecento

Luca Provenzani in concerto per “Musica al San Donato” con un viaggio nel repertorio per violoncello solo nel Novecento

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Luca Provenzani in concerto per “Musica al San Donato” con un viaggio nel repertorio per violoncello solo nel Novecento

“Musica al San Donato” 11 marzo 2018, ore 16.30 Auditorium Pieraccini dell’Ospedale San Donato IL VIOLONCELLO SOLO NEL 900 Luca Provenzani, violoncello Musiche di Reger, Hindemith, Cassadò, Prokofiev, Malipiero, Berio, Sollima

 

Questa domenica, 11 marzo, si esibirà in concerto nella stagione “Musica al San Donato” il violoncellista Luca Provenzani, primo violoncello dell’ORT – Orchestra della Toscana e direttore della Scuola di Musica Le 7 Note.

La stagione concertistica è realizzata da Scuola di Musica Le 7 Note e USL Toscana Sud Est.

Il programma è un viaggio attraverso l’Europa e il repertorio per violoncello solo nel “secolo breve”, che toccherà Germania, Russia, Spagna e Italia includendo musiche raramente eseguite come la Fantasia per Violoncello Solo di Riccardo Malipiero, partitura manoscritta recuperata direttamente dalla biblioteca del Conservatorio “L.Cherubini” di Firenze.

Il concerto si terrà alle ore 16.30 presso l’Auditorium Pieraccini dell’Ospedale San Donato (Via Nenni, ingresso lbero). Il metaforico percorso in musica prenderà avvio dalla Germania con La “Gavotte” dalla Suite n. 2 in Re minore  di Max Reger, proseguendo con la Sonata per violoncello solo op.25 n.3 di Paul Hindemith. Completeranno il programma i temi e le danze popolari iberiche racchiuse nella Suite per violoncello di Gaspar Cassadò e la rara ed incompleta Sonata per violoncello solo op.134 di Prokofiev. Lo sguardo sul Novecento toccherà la dodecafonia con la già citata Fantasia di Malipiero, la musica d’avanguardia con “Les mots sont allès… Recitativo per violoncello solo a Paul Sacher” di Luciano Berio e la contemporaneità con il festoso Terra Acqua di Giovanni Sollima.

Luca Provenzani: Violoncellista, allievo per quindici anni del indimenticabile M° Franco Rossi, si diploma con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze. Frequenta i corsi di perfezionamento con Yo-Yo Ma, Mischa Maisky, Alexander Lonquich, Dario De Rosa, Anner Bijlsma, Mario Brunello ottenendo borse di studio e prestigiosi riconoscimenti (borse di studio all’Accademia Chigiana di Siena, la Fondazione Romanini di Brescia,al Concorso Vittorio Veneto (ed.1985/1987),alla Scuola di Musica di Fiesole, primi premi ai concorsi Chieti (1986), Milano, Moncalieri, Genova ect.). 
Vincitore della Selezione giovani solisti indetta dall’ORT nel 1994 eseguendo il concerto di Saint-Saens, è stato invitato ad esibirsi successivamente dall’Akademisches Orchester di Friburgo (concerto di Dvorak) ed è stato scelto dalla Rai per rappresentare l’Italia a Lisbona in un concerto da camera radiotrasmesso in diretta in tutta Europa. Si esibisce spesso come solista in varie orchestre, segnaliamo nel 2007 l’esecuzione del Triplo di Beethoven con Andrea Tacchi e Michele Campanella e l’Orchestra della Toscana e nel 2008 la collaborazione con il violoncellista Giovanni Sollima sempre con l’ORT. 
Dal 1994 suona in duo con la pianista Fabiana Barbini. Considerato dalla critica come uno dei gruppi da camera più interessanti il duo ottiene numerosi riconoscimenti: Nel 1995 il II premio al Concorso Internazionale di Caltanissetta, il I premio al Concorso ARAM di Roma che gli ha permesso di effettuare una tournée in Germania e Polonia. Nello stesso anno ha vinto il XIX Concorso F. Cilea di Palmi ottenendo inoltre il premio speciale della giuria per l’esecuzione di Beethoven.  Nel 1997: ottiene il II premio al Concorso Città di Corsico (MI) ed il III premio al prestigioso Concorso Internazionale “ Premio Trio di Trieste“. Nel 1998 riceve il I premio con l’ambita menzione speciale al XXI concorso “Cilea” di Palmi. Nel 1999 consegue il I premio al prestigioso Concorso di Castelfranco Veneto aggiudicandosi inoltre il premio speciale per l’esecuzione di Brahms, ed una serie di concerti nelle più importanti stagioni italiane. Il Duo ha effettuato numerose registrazioni radiofoniche per la RAI ed ha suonato per prestigiose stagioni concertistiche. Come camerista Provenzani si esibisce spesso in duo con il fagottista Paolo Carlini, è membro del Trio Florentia e del Sestetto d’archi di Firenze.
Intensa la sua attività di primo violoncello con importanti orchestre come l’OSER di Parma, la RAI di Torino e la Symphonica Toscanini. Stabilmente ha ricoperto il ruolo di concertino con obbligo del primo violoncello al Teatro dell’Opera di Roma e a partire dal 2001 di primo violoncello presso l’Orchestra della Toscana. 
Ha insegnato presso l’Istituto musicale di Carpi, il Conservatorio “Martini” di Bologna, l’Istituto AFAM Franci di Siena, Il Conservatorio Mascagni di Livorno. Attualmente insegna presso la Scuola di Musica di Fiesole e presso la Scuola di Musica Le 7 Note di Arezzo di cui è fondatore.
Provenzani affianca all’attività violoncellistica anche un importante impegno come organizzatore di eventi.
E’ Presidente e Direttore Artistico della sezione di Firenze dell’A.Gi.Mus. (Associazione Giovanile Musicale). Dal 2005 cura l’attività concertistica dell’associazione aretina “Le 7 Note” occupandosi oltre della stagione concertistica in ospedale “Musica al San Donato” anche della direzione didattica della scuola di musica “Le 7 Note”, creando per la città un importante circuito culturale .

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0