Prima Pagina | Economia e lavoro | Confesercenti, favorevole alla fondazione turismo

Confesercenti, favorevole alla fondazione turismo

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Confesercenti, favorevole alla fondazione turismo

Checcaglini: “soluzione per destinare interamente al turismo le risorse della tassa di soggiorno”


Sul tema della fondazione turismo, interviene Confesercenti. È il direttore Mario Checcaglini a spiegare le ragioni per cui Confesercenti si è dichiarata favorevole quando le è stata presentata e si dichiara favorevole oggi mentre va in approvazione in consiglio comunale il progetto ideato dall’assessore Marcello Comanducci. “Riteniamo – spiega il direttore Checcaglini – che la fondazione turismo rappresenti lo strumento che può ragionevolmente garantire di destinare interamente le risorse derivanti della tassa di soggiorno a progetti di sviluppo turistico della città. Questa è la motivazione per cui è stata reintrodotta la tassa di soggiorno ed è per questo che la destinazione deve essere inequivocabilmente destinata a progetti di sviluppo del settore. Dobbiamo evitare il rischio di veder confluire le risorse della tassa di soggiorno nel bilancio comunale e poi essere utilizzate per altre spese e per altre voci di bilancio diverse da quelle per cui si riscuote. Per Confesercenti la fondazione può garantire ragionevolmente che l’utilizzo delle risorse sia finalizzato a questo settore e che i soldi siano destinati a progetti a fini turistici”. Questa è la principale motivazione che spinge Confesercenti a valutare positiva l’ipotesi di Comanducci che domani mattina il consiglio comunale dovrà discutere. “Secondo quanto spiegato dall’assessore – puntualizza Checcaglini – la fondazione permetterà anche di poter attrarre nuove risorse da privati. Attualmente la gestione con le norme  che regolano l’ente locale rende faticosa la definizione di progetti e su questi la raccolta di sponsor. Al tempo stesso come associazione di categoria fin da subito dichiariamo che le risorse non dovranno essere spese per pagare mega direttori o per creare nuove poltrone. La gratuità dei membri del consiglio di amministrazione crediamo che sia la garanzia per evitare di sprecare le risorse”.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0