Prima Pagina | Cronaca | Il presidente (Fabio Gatto) cacciato dalla sala stampa

Il presidente (Fabio Gatto) cacciato dalla sala stampa

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Il presidente (Fabio Gatto) cacciato dalla sala stampa

Calci e pugni nel piazzale all'auto con cui è arrivato l'imprenditore, che poi si è presentato in sala stampa.

Alle 12 è cominciata la conferenza stampa di Fabio Gatto, rappresentante di Neos Solution, società consortile che è tornata in possesso del 99% delle quote sociali dell'Us Arezzo. 

ha potuto dire solo poche parole, perchè la conferenza stampa è durata solo 3 minuti: ''Stiamo trattando la cessione dell'Arezzo e abbiamo nominato un advisor a questo scopo''.

Gatto non ha voluto fare nomi né fornire ulteriori dettagli ed è stato costretto a interrompere la conferenza stampa.

E' stato poi fatto spostare dalle forze dell'ordine, giunte in misura imponente, all'interno della sede della società, mentre fuori lo aspettavano i tifosi inferociti.

 

IL COMUNICATO STAMPA DI FABIO GATTO - NEOS SOLUTION

A fronte delle dinamiche di cui tutti siete venuti a conoscenza in questi giorni mi sento in dovere quest’oggi di fare luce su quanto sta accadendo. Come evinto da alcuni articoli la mia società, la Neos, è nuovamente socia maggioritaria dell’Arezzo.

La cessione quote avvenuta in data 3 gennaio con prospettive floride non ha apportato alla società i benefici che avevamo ipotizzato, pertanto è stato mio dovere prendere nuovamente in mano le redini della situazione e scendere in campo al fine di tentare ogni strada possibile per risanare la posizione difficile della società e adoperarmi per trovare un finanziatore capace di risollevare le nostre sorti. A tale fine ho dato mandato ad uno studio di professionisti, quindi ad un advisor tra i più rappresentativi d’Italia ed all’estero.

In queste ore è in corso una trattativa al riguardo e sarà mia cura informarvi tempestivamente di ogni variazione. In questa fase non posso darvi ulteriori dettagli se non tentare di placare i vostri malesseri, garantendovi che stiamo facendo il massimo per porre rimedio alle problematiche di cui tutti siete a conoscenza. Nelle prossime ore avrete aggiornamenti in merito.

Mi rendo conto della difficoltà che stiamo affrontando e per quanto le parole possano essere poco risolutive in questa fase, ho rotto il silenzio per sincerarvi che la nostra volontà è quella di trovare la miglior soluzione per risanare la società. Vi chiedo pertanto di essere fiduciosi e vi chiedo questo sforzo ancora una volta perchè porteremo presto a casa un investitore capace di ridare credibilità ed equilibrio alla nostra società.

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0