Prima Pagina | Politica società diritti | Donati: "Difendere i piccoli esercizi e garantire un numero di chiusure nei giorni di festa"

Donati: "Difendere i piccoli esercizi e garantire un numero di chiusure nei giorni di festa"

By
Dimensione carattere: Decrease font Enlarge font
Donati: "Difendere i piccoli esercizi e garantire un numero di chiusure nei giorni di festa"

 

 

“Sono molto contento che gli imprenditori presenti al dibattito di ieri alla Confersercenti di Arezzo abbiano sostenuto la mia posizione e riconosciuto il mio grande impegno di questi anni per salvaguardare il loro lavoro” così si è espresso l'Onorevole Marco Donati, candidato al collegio uninominale, a margine del dibattito organizzato dalla Confesercenti sulla Bolkestein e il futuro del commercio su area di area pubblica.

“Allo stesso tempo, mi stupiscono le considerazioni del mio avversario nel collegio uninominale Maurizio D'Ettore – spiega Donati - solo oggi scopre i problemi del settore, quando Forza Italia e la Lega nel 2010 hanno applicato la normativa Bolkestein in Italia comportando enormi difficoltà nel settore. Mi stupisce che oggi, in campagna elettorale, si faccia addirittura portavoce della battaglia per l'esclusione del commercio ambulante dalla Bolkestein” continua Donati. “Una posizione, temo, poco credibile."

“In questi anni ho ascoltato continuamente i bisogni della categoria e grazie all'emendamento alla legge di bilancio approvato e depositato con il collega Becattini, che proroga l'applicazione della normativa, già larga parte delle imprese oggi sono escluse dall'applicazione della direttiva Servizi, così come ha precisato il ministro Calenda proprio ieri” spiega l'Onorevole Marco Donati.

“Nella prossima legislatura, se sarò rieletto – continua Donati - spero di poter continuare a rappresentare le aspettative e consentire l'esclusione totale dalla direttiva delle piccole e micro imprese di commercio su area pubblica. Allo stesso tempo è necessario intervenire a salvaguardia di tutti i piccoli esercizi commerciali, anche in sede fissa, e promuovere un giusto numero di chiusure domenicali. Purtroppo la normativa introdotta dal Governo Monti ha creato non poche difficoltà a molti piccoli operatori, ai dipendenti del settore della distribuzione e alle loro famiglie."

  • Invialo ad un amico Invialo ad un amico
  • Versione stampabile Versione stampabile

Vota questo articolo

0